La Santa Sede
           back          up     Aiuto

Catechismo della Chiesa Cattolica


IntraText - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

V. La preghiera dell'Ora di Gesù

 

2746 Quando la sua Ora è giunta, Gesù prega il Padre [Cf Gv 17 ]. La sua preghiera, la più lunga trasmessaci dal Vangelo, abbraccia tutta l'Economia della creazione e della salvezza, come la sua Morte e la sua Risurrezione. La preghiera dell'Ora di Gesù rimane sempre la sua, così come la sua Pasqua, avvenuta “una volta per tutte”, resta presente nella Liturgia della sua Chiesa.

 

2747 La tradizione cristiana a ragione la definisce la “preghiera sacerdotale” di Gesù. E' quella del nostro Sommo Sacerdote, è inseparabile dal suo Sacrificio, dal suo “passaggio” [pasqua] al Padre, dove egli è interamenteconsacrato” al Padre [Cf Gv 17,11; Gv 17,13; Gv 17,19 ].

 

 

2748 In questa preghiera pasquale, sacrificale, tutto è “ricapitolato” in lui: [Cf Ef 1,10 ] Dio e il mondo, il Verbo e la carne, la vita eterna e il tempo, l'amore che si consegna e il peccato che lo tradisce, i discepoli presenti e quelli che per la loro parola crederanno in lui, l'annientamento e la Gloria. E' la preghiera dell'Unità.

 

2749 Gesù ha portato a pieno compimento l'opera del Padre, e la sua preghiera, come il suo Sacrificio, si estende fino alla consumazione dei tempi. La preghiera dell'Ora riempie gli ultimi tempi e li porta verso la loro consumazione. Gesù, il Figlio al quale il Padre ha dato tutto, è interamente consegnato al Padre, e, al tempo stesso, si esprime con una libertà sovrana [Cf Gv 17,11; Gv 17,13; Gv 17,19; Gv 17,24 ] per il potere che il Padre gli ha dato sopra ogni essere umano. Il Figlio, che si è fatto Servo, è il Signore, il Pantocratore. Il nostro Sommo Sacerdote che prega per noi è anche colui che prega in noi e il Dio che ci esaudisce.

 

 

2750 E' entrando nel santo Nome del Signore Gesù che noi possiamo accogliere, dall'interno, la preghiera che egli ci insegna: “Padre nostro!”. La sua “preghiera sacerdotaleispira, dall'interno, le grandi domande del Pater: la sollecitudine per il Nome del Padre, [Cf Gv 17,6; Gv 17,11; Gv 17,12; 2750 Gv 17,26 ] la passione per il suo Regno (la Gloria), [Cf Gv 17,1; Gv 17,5; Gv 17,10; Gv 17,22; 2750 Gv 17,23-26 ] il compimento della volontà del Padre, del suo Disegno di salvezza [Cf Gv 17,2; Gv 17,4; 2750 Gv 17,6; Gv 17,9; Gv 17,11; Gv 17,12; Gv 17,24 ] e la liberazione dal male [Cf Gv 17,15 ].

 

2751 Infine è in questa preghiera che Gesù ci rivela e ci dona la “conoscenzaindissociabile del Padre e del Figlio, [Cf Gv 17,3; Gv 17,6-10; Gv 17,25 ] che è il mistero stesso della Vita di preghiera.

 




Precedente - Successivo

Copyright © Libreria Editrice Vaticana