The Holy See
back up
Search
riga

XX GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENT┘

VISITA ALLA CATTEDRALE DI COLONIA

INDIRIZZO D'OMAGGIO
RIVOLTO A SUA SANTIT└ BENEDETTO XVI
DAL PREVOSTO DELLA CATTEDRALE,
MONS. NORBERT FELDHOFF

Colonia - Roncalliplatz
Giovedý, 18 agosto 2005

Santo Padre!

Benvenuto alla Porta della Madonna del Duomo di Colonia. Con reverenza e con grande gioia La saluto a nome del Capitolo Metropolitano di Colonia nel momento in cui Lei varca la soglia del nostro Duomo. Lei si pone in testa a migliaia di giovani venuti da tutto il mondo per fare un pellegrinaggio al reliquiario dei Re Magi. Come i Magi dell'Oriente anche Lei è venuto per adorare Cristo, il Signore. Insieme a Lei speriamo e preghiamo che in questa Giornata Mondiale della Gioventù tante persone, giovani e meno giovani, possano rinnovare e approfondire la loro fede in Gesù Cristo e così diventare testimoni del Suo amore in tutto il mondo.

Forse, in quest'ora il Suo pensiero, Santo Padre, torna ad una visita specifica nel Duomo di Colonia che nella Sua vita è stata di un'importanza particolare. Il 9 ottobre del 1962, quasi 43 anni fa, Lei insieme a Hubert Luthe ha accompagnato il Cardinale Frings, allora Arcivescovo, a pregare nel Duomo e nella cripta dove il Cardinale indicò il luogo ove più tardi sarebbe stato seppellito. Era prima della partenza per Roma, per il Concilio Vaticano II. Allora Lei sicuramente non poté immaginare che sarebbe tornato un giorno nel Duomo di Colonia quale Vescovo di Roma, accompagnato dall'attuale Arcivescovo, il Cardinale Meisner, per pregare sulle tombe dei Cardinali Frings e Höffner. Lei oggi si pone a capo di migliaia di giovani che si recano in pellegrinaggio al sarcofago dei Tre Magi per adorare Cristo, il Signore. La ringraziamo per la Sua visita e ci riempie di orgoglio il fatto che il Duomo di Colonia sia la prima Cattedrale, fuori della diocesi di Roma, alla quale Lei in veste di Papa renda visita. Lo riteniamo "giusto", "modestia" colonese a parte, perché il Duomo di San Pietro a Colonia è la chiesa vescovile della "Ecclesia Coloniensis semper sedis Apostolicae fidelis filia".

Molti sacerdoti di Colonia le sono particolarmente legati perché è stato il loro insegnante. Lei ha risvegliato in noi l'entusiasmo per la Teologia e l'amore per la Chiesa in "obbedienza sobria". Anche per questo La ringraziamo di cuore. Sia certo che La accompagniamo non soltanto ora e in questi giorni, ma che Le staremo sempre vicini con la nostra preghiera.     

top