The Holy See
back up
Search
riga

EPISTOLA 
GRATUM EQUIDEM
DEL PAPA BENEDETTO XV
AL CARDINALE FELICE DE HARTMANN,
ARCIVESCOVO DI COLONIA,
IN OCCASIONE DELL'EQUIPARAZIONE DEL TRATTAMENTO RISERVATO AI SACERDOTI FRANCESI PRIGIONIERI DI GUERRA
A QUELLO PREVISTO PER GLI UFFICIALI DELL'ESERCITO
 

 

Diletto Figlio Nostro,
salute e Apostolica Benedizione.

Abbiamo ricevuto da te il gradito annuncio che Sua Maestà l’Imperatore di Germania, accogliendo le tue preghiere, ha stabilito che i sacerdoti di Dio appartenenti all’esercito francese i quali si trovano prigionieri in Germania siano trattati come gli ufficiali dell’esercito.

Per la verità, in questi tempi di amarezza, mentre vediamo che quasi tutta l’Europa, devastata dal fuoco e dal ferro, rosseggia del sangue dei Cristiani, e lo spettacolo immane di questa guerra pervade d’indicibile dolore il Nostro animo, quanto Ci hai segnalato recentemente Ci ha recato non lieve conforto. Da queste notizie abbiamo infatti compreso chiaramente di quale amore di carità sia animato il tuo animo verso coloro che sono uniti a te dal vincolo del sacerdozio. Ciò Ci persuade che la tua insigne carità non si estenderà soltanto ai sacerdoti francesi prigionieri ma, per quanto sarà possibile, a tutti coloro che, senza eccezione di religione o di nazionalità, sono detenuti nel tuo paese, e principalmente a quanti sono malati o feriti, affinché le loro sofferenze siano alleviate e si provveda alla loro salute spirituale.

Quest’opera di carità, se evidentemente è propria di tutti gli uomini, in particolare appartiene ai ministri di Dio e a tutti i religiosi. Pertanto Noi confidiamo che il tuo preclaro esempio sia imitato da tutti coloro che si gloriano del nome cristiano, soprattutto dai vescovi e dai sacerdoti cattolici, e che questo avvenga non solo in Germania, ma nelle altre regioni dove possono giungere profughi e prigionieri, specialmente se ammalati o feriti.

Frattanto, quale auspicio dei premi celesti e quale testimonianza della Nostra benevolenza, a te, diletto Figlio Nostro, al clero e al popolo affidato alle tue cure impartiamo affettuosamente nel Signore l’Apostolica Benedizione.

Dato a Roma, presso San Pietro, il 18 ottobre 1914, anno primo del Nostro Pontificato.

BENEDICTUS PP. XV



Copyright © Libreria Editrice Vaticana

  

top