The Holy See
back up
Search
riga

EPISTOLA 
CI GODE L’ANIMO
DEL PAPA BENEDETTO XV
ALL'ARCIVESCOVO DI BOLOGNA,
IN OCCASIONE DELLA PUBBLICAZIONE
SUL "TRAVASO" DI UNA POESIA
OFFENSIVA E ANTICLERICALE

 

Al Venerabile Fratello Giorgio, Arcivescovo di Bologna,
salute ed Apostolica Benedizione.

Ci gode l’animo di esprimere a Voi, Venerabile Fratello, ed al Capitolo della sempre diletta Archidiocesi bolognese, il più vivo gradimento pei nobili sensi di affetto e di devozione coi quali piacque a voi di versare qualche balsamo sulle pene che affliggono l’animo Nostro. Non nascondiamo che se Ci furono causa di dolore i versi di trista notorietà, che vilipendevano in Noi la Sacra dignità Pontificia, molto più Ci ferì l’animo il pensiero che l’ingiuria partisse da quella cara Bologna, per la quale Noi conserviamo non la memoria soltanto, ma altresì i sentimenti del più tenero affetto. A Noi, in verità, è agevole distinguere la genuina stirpe di Zama e di Petronio da chi non potrebbe mai gloriarsi di essere vero figlio di cotesta nobile città, le cui onorate tradizioni furono in ogni tempo luce di dottrina e fonte di civiltà. Ma è purtroppo evidente che nella nostra Bologna vi è ancora chi abbisogna delle nostre speciali preghiere. E Noi non cesseremo di innalzarle al Trono di Dio, supplicando di illuminare la mente e di toccare il cuore di taluni che la nequizia dei tempi, le tenebre dell’errore, ed il predominio delle passioni fecero miseramente fuorviare. Desideriamo anzi che alle Nostre preghiere si uniscano quelle dei Nostri prediletti figli, i Sacerdoti ed i fedeli di Bologna, ai quali, per ciò, moviamo a tal riguardo un caldo e paterno appello.

Intanto esprimendo a voi, o Venerabile Fratello, ed ai membri del vostro Senato i Nostri ringraziamenti, impartiamo di gran cuore a tutti voi ed all’intera Archidiocesi l’Apostolica Benedizione.

Dal Vaticano, 8 luglio 1915.

BENEDICTUS PP. XV

 

Copyright © Libreria Editrice Vaticana

   

top