The Holy See
back up
Search
riga

EPISTOLA 
EGREGIAM PIETATEM
DEL PAPA BENEDETTO XV
AI VESCOVI SVIZZERI
RADUNATI A SION IN SEGNO DI RINGRAZIAMENTO
PER IL MANCATO COINVOLGIMENTO
DELLA SVIZZERA NEL CONFLITTO MONDIALE

 

Venerabili Fratelli,
salute e Apostolica Benedizione
.

Di nuovo vediamo risplendere la vostra singolare pietà e il vostro zelo nella lettera collettiva che recentemente Ci avete inviato dall’assemblea annuale tenutasi a Sion.

Abbiamo appreso che voi avete esaminato accuratamente, con reciproche consultazioni, le necessità del vostro gregge e che, dal momento che la Svizzera — mentre da ogni parte i popoli si combattevano l’un l’altro — ha avuto da lungo tempo la fortuna di preservarsi indenne ed incolume dall’immane flagello della guerra, avete proclamato una solenne manifestazione di ringraziamento alla benevolenza di Dio per lo straordinario dono ricevuto, da tenersi la terza domenica di questo settembre. È una decisione assai lodevole, che concilierà sempre di più alla vostra patria il favore divino. Noi stessi, che nutriamo per essa una predilezione singolare, volentieri prendiamo parte fin d’ora a tali pubbliche preghiere, e ciò con tanta gioia sapendo come, durante l’infuriare del conflitto, la Svizzera abbia saputo far buon uso del dono della pace, sì da distinguersi straordinariamente per le molteplici iniziative di carità.

Preghiamo affinché cessino finalmente non solo le azioni militari, ma anche le inquietudini sociali, ovunque e soprattutto costà. A questo fine certamente gioverà moltissimo la memorabile Enciclica Rerum novarum, la cui lungimiranza gli eventi storici ora confermano.

Ma in primo luogo, Venerabili Fratelli, vi adoprerete a richiamare il popolo alla parola del Vangelo e alla santità della vita cristiana; in seguito, senza dubbio ritornerà gradualmente, sotto l’impulso della giustizia e della carità, la desiderata armonia fra tutte le classi sociali, quale premessa del benessere dello Stato e di tempi migliori.

Sia tramite di doni celesti e pegno della Nostra particolare benevolenza la Benedizione Apostolica che con grande affetto impartiamo a voi, Venerabili Fratelli, e a tutto il popolo Svizzero.

Dato a Roma, presso San Pietro, nel giorno dedicato alla Natività della Beata Vergine Maria, nell’anno 1919, sesto del Nostro Pontificato.

 

BENEDICTUS PP. XV

 

Copyright © Libreria Editrice Vaticana

 

top