The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSI DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI
AGLI ARCIVESCOVI METROPOLITI
CHE HANNO RICEVUTO IL SACRO PALLIO
NELLA SOLENNITÀ DEI SANTI APOSTOLI PIETRO E PAOLO

Giovedì, 30 giugno 2005

 

Cari e venerati Fratelli nell’Episcopato,

dopo la celebrazione liturgica di ieri, solennità degli apostoli Pietro e Paolo, è per me una grande gioia incontrarvi nuovamente questa mattina, insieme ai vostri familiari e ai fedeli delle vostre diocesi, che vi hanno accompagnato nel pellegrinaggio alla Tomba del Principe degli Apostoli per ricevere il pallio. Quest’antica tradizione, che risale al secolo XI, costituisce un significativo attestato di comunione dei Vescovi Metropoliti con il Pastore della Chiesa di Roma. Voi provenite infatti da varie nazioni e continenti e siete chiamati a servire l’unica Chiesa di Cristo: a ciascuno di voi va il mio fraterno e cordiale saluto.

Mi rivolgo in primo luogo al Signor Cardinale Angelo Sodano, insignito del pallio perché Decano del Collegio Cardinalizio, e, mentre lo ringrazio per la collaborazione che da molti anni offre al Successore di Pietro, estendo il mio pensiero a tutti i membri del Collegio dei Cardinali, grato per il sostegno e la preghiera con cui accompagnano il mio servizio di Pastore della Chiesa universale. Saluto, poi, Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto; Mons. Salvatore Nunnari, Arcivescovo di Cosenza; Mons. Paolo Mario Atzei, Arcivescovo di Sassari. Saluto anche Mons. Rrok Mirdita, Arcivescovo di Tirana, in Albania e Mons. Ruggero Franceschini, Arcivescovo di Izmir, in Turchia. Cari Fratelli, siate sempre solleciti del gregge di Cristo a voi affidato. Con l’esempio e le parole siate per tutti guide salde e sicure. E voi, cari amici che li accompagnate, seguite docilmente i loro insegnamenti cooperando generosamente con loro alla realizzazione del Regno di Dio.

Je suis heureux de saluer Mgr André Vingt-Trois, Archevêque de Paris, Mgr Bernard-Nicolas Aubertin, Archevêque de Tours; Mgr Joseph Ngo Quang Kiet, Archevêque de Hà Noi; Mgr Marcel Honorat Lèon Agboton, Archevêque de Cotonou, à qui j’ai remis le pallium hier en signe particulier de communion avec le Siège apostolique. Puisse l’exemple des Bienheureux Apôtres Pierre et Paul, serviteurs de la communion jusqu’au don d’eux-mêmes , guider votre action pastorale au service du Peuple de Dieu qui vous est confié ! Je salue également les membres de vos familles et les délégations de diocésains qui vous ont accompagnés jusqu’à Rome. À tous, j’accorde de grand cœur une particulière Bénédiction apostolique.

Traduzione italiana:

[Sono lieto di salutare Monsignor André Vingt-Trois, Arcivescovo di Parigi, Monsignor Bernard-Nicolas Aubertin, Arcivescovo di Tours; Monsignor Joseph Ngo Quang Kiet, Arcivescovo di Hà Nôi; Monsignor Marcel Honorat Lèon Agboton, Arcivescovo di Cotonou, ai quali ieri ho imposto il pallio in segno particolare di comunione con la Sede Apostolica. Possa l'esempio dei Beati Apostoli Pietro e Paolo, servitori della comunione fino al dono di se stessi, guidare la vostra azione pastorale al servizio del Popolo di Dio che vi è stato affidato! Saluto anche i membri delle vostre famiglie e le delegazioni di diocesani che vi hanno accompagnato fino a Roma. A tutti imparto di cuore una particolare Benedizione Apostolica.]

Dear Friends in Christ, I extend a cordial greeting to the English-speaking Metropolitan Archbishops upon whom I conferred the Pallium yesterday: Archbishop Bernard Blasius Moras of Bangalore, Archbishop Malayappan Chinnappa of Madras and Mylapore (India), Archbishop Ernesto Antolin Salgado of Nueva Segovia (Philippines), Archbishop Wilton Gregory of Atlanta, Archbishop José Horacio Gomez of San Antonio, Archbishop Joseph Fiorenza of Galveston-Houston, Archbishop Joseph Naumann of Kansas City in Kansas (USA), Archbishop Daniel Bohan of Regina (Canada), Archbishop Liborius Ndumbukuti Nashenda of Windhoek (Namibia), Archbishop Boniface Lele of Mombasa (Kenya), Archbishop Gabriel Charles Palmer-Buckle of Accra (Ghana), and Archbishop John Atcherly Dew of Wellington (New Zealand).

I also welcome their family members and friends, and the faithful from their Archdioceses who have accompanied them to Rome. Dear friends: may your pilgrimage to the tombs of Saints Peter and Paul confirm you in the Catholic faith which comes from the Apostles. To all of you I affectionately impart my Apostolic Blessing as a pledge of joy and peace in the Lord.

Traduzione italiana:

[Cari amici in Cristo, porgo un saluto cordiale agli Arcivescovi Metropoliti di lingua inglese ai quali ho imposto il pallio ieri: Arcivescovo Bernard Blasius Moras di Bangalore, Arcivescovo Malayappan Chinnappa di Madras and Mylapore (India), Arcivescovo Ernesto Antolin Salgado di Nueva Segovia (Filippine), Arcivescovo Wilton Gregory di Atlanta, Arcivescovo José Horacio Gomez di San Antonio, Arcivescovo Joseph Fiorenza di Galveston-Houston, Arcivescovo Joseph Naumann di Kansas City nel Kansas (USA), Arcivescovo Daniel Bohan di Regina (Canada), Arcivescovo Liborius Ndumbukuti Nashenda di Windhoek (Namibia), Arcivescovo Boniface Lele di Mombasa (Kenya), Arcivescovo Gabriel Charles Palmer-Buckle di Accra (Ghana) e Arcivescovo John Atcherly Dew di Wellington (Nuova Zelanda). Saluto anche i loro familiari e i loro amici e i fedeli delle loro Arcidiocesi che li hanno accompagnati a Roma. Cari amici, che il vostro pellegrinaggio sulle Tombe dei Santi Pietro e Paolo vi confermi nella fede cattolica che deriva dagli Apostoli! A voi tutti imparto con affetto la mia Benedizione Apostolica quale pegno di gioia e di pace nel Signore.]

Saludo con afecto a los Arzobispos de lengua española y a cuantos les han acompañado en la significativa ceremonia de la imposición del Palio. Me refiero a los Arzobispos Jaume Pujol Balcells, de Tarragona; Octavio Ruiz Arenas, de Villavicencio; Santiago García Aracil, de Mérida-Badajoz; Pedro Ricardo Barreto Jimeno, de Huancayo; Pablo Lizama Riquelme, de Antofagasta; Leopoldo José Brenes Solórzano, de Managua y Manuel Ureña Pastor, de Zaragoza. Varios países de este amplio sector lingüístico cuentan con nuevos Pastores metropolitanos, con la misión especial de fomentar estrechos vínculos de comunión con el Sucesor de Pedro y entre sus diócesis sufragáneas. A quienes los acompañáis, os ruego que sigáis cercanos a ellos con la oración y la colaboración generosa, para acrecienten la esperanza en los jóvenes, el amor y fidelidad en las familias, fomentando un espíritu fraterno en la convivencia social. Pido a la Virgen María, tan venerada en vuestras tierras – Chile, Colombia, España, Nicaragua y Perú –, que aliente el ministerio de los Arzobispos y acompañe con ternura a los sacerdotes, comunidades religiosas y fieles de sus Arquidiócesis. Llevadles a todos mi afectuoso saludo y la Bendición Apostólica.

Traduzione italiana:

[Saluto con affetto gli Arcivescovi di lingua spagnola e quanti li hanno accompagnati nella significativa cerimonia dell'imposizione del pallio. Mi riferisco agli Arcivescovi Jaume Pujol Barcells, di Tarragona; Octavio Ruiz Arenas, di Villavicencio; Santiago Garcia Aracil, di Merida-Badajoz; Pedro Ricardo Barreto Jimeno, di Huancayo; Pablo Lizama Riquelme, di Antofagosta; Leopoldo José Brenes Solórzano, di Managua e Manuel Ureña Pastor, di Saragozza. Vari Paesi di questo ampio settore linguistico possono contare su nuovi Pastori metropolitani, con la missione speciale di promuovere stretti vincoli di comunione con il Successore di Pietro e fra le loro Diocesi suffraganee. A voi che li accompagnate chiedo di continuare a stare loro vicini con la preghiera e con la celebrazione generosa, affinché accrescano la speranza nei giovani, l'amore e la fedeltà nelle famiglie, promuovendo lo spirito fraterno nella convivenza sociale. Chiedo alla Vergine Maria, tanto venerata nelle vostre terre - Cile, Colombia, Spagna, Nicaragua e Perú -, di incoraggiare il ministero degli Arcivescovi e di accompagnare con tenerezza i sacerdoti, le comunità religiose e i fedeli delle loro Arcidiocesi. Trasmettete a tutti il mio affettuoso saluto e la mia Benedizione Apostolica.]

A Igreja no Brasil alegra-se hoje, pois as sedes arquiepiscopais de Maringá, Belém do Pará e de Sorocaba estão em festa com a imposição do Pálio aos seus novos Arcebispos respectivamente Dom Anuar Battisti, Dom Orani João Tempesta e Dom Eduardo Benes de Sales Rodrigues, que hoje estão acompanhados pelos seus familiares, sacerdotes e fiéis das suas arquidioceses. Por isso, desejo saudar com afeto vossas Igrejas Particulares, fazendo votos por que esta significativa celebração ajude a reforçar a unidade e a comunhão com a Sé Apostólica, e estimule uma generosa dedicação pastoral dos seus bispos para o crescimento da Igreja e a salvação das almas.

Traduzione italiana:

[La Chiesa in Brasile oggi si rallegra, poiché le sedi arcivescovili di Maringá, Belém do Pará e di Sorocaba sono in festa per l'imposizione del pallio ai loro nuovi Arcivescovi, rispettivamente Monsignor Anuar Battisti, Monsignor Orani João Tempesta e Monsignor Eduardo Benes de Sales Rodrigues, che oggi sono accompagnati dai loro familiari, e dai sacerdoti e i fedeli delle loro Arcidiocesi. Desidero inoltre salutare con affetto le vostre Chiese Particolari, formulando voti affinché questa significativa celebrazione contribuisca a rafforzare l'unità e la comunione con la Sede Apostolica e promuova la generosa dedizione pastorale dei suoi Vescovi per la crescita della Chiesa e la salvezza delle anime.]

Pozdrawiam arcybiskupa Stanisława Dziwisza i jego gości. Dziękuję za wszystko, co robił dla Jana Pawła II i dla mnie osobiście. Życzę Bożego błogosławieństwa w nowej posłudze. Niech Bóg błogosławi wszystkim tu obecnym.

Traduzione italiana:

[Saluto l’Arcivescovo Stanisław Dziwisz e i suoi ospiti. Lo ringrazio per tutto ciò che ha fatto per Giovanni Paolo II e per me personalmente. Invoco l’aiuto di Dio sulla sua nuova missione. Dio benedica tutti i qui presenti.]

Venerati e cari fratelli, vi ringrazio ancora una volta per questa gradita visita e per il lavoro apostolico che svolgete. Mentre vi apprestate a far ritorno nelle vostre rispettive diocesi, vorrei assicurarvi che resto unito a voi con l’affetto e la preghiera; al tempo stesso chiedo a voi di continuare a camminare insieme, uniti dagli stessi sentimenti di concordia e di amore a Cristo e alla sua Chiesa. Con tali sentimenti imparto volentieri a voi qui presenti e alle vostre Comunità diocesane la Benedizione Apostolica, invocando su ciascuno la protezione della celeste Madre del Signore e la costante assistenza degli apostoli Pietro e Paolo.

 

© Copyright 2005 - Libreria Editrice Vaticana

top