The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità dell'Assunzione della Beata Vergine Maria
Castelgandolfo, 15 agosto 1982

 

1. “Ave, o Maria, piena di grazia...” (cf. Lc 1,28).

Tutte le volte che recitiamo queste parole diventiamo in un certo senso quell’arcangelo che ha dato l’annuncio. Tutta la Chiesa raccolta in preghiera per l’Angelus rinnova il mistero dell’annunciazione.

L’arcangelo annunzia a Maria, innanzitutto, che è “piena di grazia”. Prima ancora di dirle che diventerà la Madre del Figlio di Dio, afferma: “Sei piena di grazia”.

La Chiesa tutta, e in essa ognuno di noi, fa proprio questo saluto e questo annuncio. Quante volte nella vita (e specialmente all’Angelus) ci rivolgiamo alla Genitrice di Dio e le diciamo: “Sei piena di grazia”.

Queste parole ci ricollegano direttamente al mistero dell’Incarnazione. Pronunciandole pensiamo alla Maternità divina della Vergine di Nazaret: è “piena di grazia” a motivo della Maternità divina.

2. Oggi pronunciamo le parole “piena di grazia” pensando all’assunzione di Maria.

La pienezza di Grazia della quale Maria godeva sin dal primo istante del suo concepimento, in considerazione dei meriti di Cristo, viene confermata nell’assunzione in anima e corpo.

Assunzione significa l’unione definitiva con Dio, Padre – Figlio – Spirito Santo. La grazia conduce a questa unione e la realizza gradualmente durante l’esistenza terrena dell’uomo.

La realizza definitivamente in cielo. Il cielo è lo stato della conclusiva ed irreversibile unione con Dio nel mistero della santissima Trinità. La grazia di Dio prepara l’uomo a questo stato: la grazia santificante con tutte le grazie attuali e tutti i doni dello Spirito Santo.

Quando, nel giorno dell’Assunzione, diciamo “piena di grazia”, pensiamo alla pienezza di questi doni soprannaturali, che hanno preparato la Genitrice di Dio alla glorificazione nel seno della santissima Trinità.

Ed insieme pensiamo anche alla grazia di Dio che opera in ciascuno di noi. Portiamo in noi un dono tale, che supera i limiti della temporaneità e, vincendo le forze del peccato e della morte, prepara ciascuno di noi all’unione con Dio nell’eternità.

3. In questo giorno si celebra la festa della parrocchia di Castel Gandolfo.

Questa venera in modo speciale la Madre di Dio nel mistero dell’Assunzione, rimanendo sotto il suo patrocinio.

Preghiamo dunque oggi per la parrocchia di Castel Gandolfo che ci offre ospitalità. Preghiamo per tutti i parrocchiani. Preghiamo per i Pastori.

Che operi in modo particolarmente profondo nelle anime di tutti il mistero dell’Assunzione di Maria.

Che porti frutti di Grazia e di unione con Dio.

Che i defunti godano in eterno di questa unione. Che i viventi si preparino ad essa.

“Assumpta est Maria in caelum”.


Dopo la recita dell'Angelus


Ai fedeli francesi

Soyez les bienvenus, visiteurs de langue française de nombreux pays! Et soyez dans la joie!

Aujourd’hui, nous fêtons la Très Sainte Vierge, la fleur de l’humanité, élevée par Dieu au Ciel, aux côtés de son Fils, ressuscité, et qui intercède pour chacun de nous, chacune de nos familles, chacune de nos patries, notamment pour la paix. Unissons-nous à tous les pèlerins, qui se rassemblent pour la célébrer, par exemple au pèlerinage national de Lourdes. Et souhaitons aussi une bonne fête à toutes celles qui portent le nom de Marie. De tout cœur je vous bénis.


Ai visitatori di lingua inglese

I give an affectionate greeting also to the English-speaking visitors. On this feast of Mary’s glorious assumption into heaven, we have met for prayer. May we see heaven as our final goal and come to share her glory. May she who has gone before us help us by her prayers to seek God and to live in his love. To all of you I give my Apostolic Blessing.


Ai fedeli di lingua tedesca

Herzliche Grüße ich auch alle anwesenden Besucher deutscher Sprache. Für diese Ferienwochen wünsche ich euch echte Erholung an Seele und Leib. Tragt meinen Gruß und Segen zu eurer ganzen Familie daheim, vor allem zu den Alten oder Kranken. Der Herr schütze alle eure Wege!


Ai presenti di lingua spagnola

Saludo cordialmente a todos los aquí presentes de lengua española, venidos para este encuentro de oración en honor de la Virgen María.

Hoy celebramos la fiesta de su Asunción. Que ello sea una fuerte llamada a vivir la propia vida cristiana con profundo sentido de fe, guiados por nuestra querida Madre del cielo. A todos os bendigo de corazón.


Ai fedeli di lingua portoghese

Caríssimos irmãos e irmãs de língua portuguesa,

Saúdo-vos cordialmente, nesta solenidade significativa da Assunção de Nossa Senhora: Ela alcançou a plenitude da Salvação, de maneira singular, como singular foi a Sua missão de Mãe de Deus, associada intimamente à obra da Redenção de Cristo.

É motivo de alegria para a Igreja e para cada um de nós. Na esperança, vivamos a certeza de que “a força da Redenção supera infinitamente toda a espécie de mal, que está no homem e no mundo”, por Maria e com Maria, esperança nossa.


Ai gruppi italiani

Infine, desidero salutare i gruppi di lingua italiana, in particolare: le partecipanti al X Capitolo Generale ordinario dell’Istituto delle suore di nostra Signora del Carmelo; un gruppo di religiose Figlie di santa Maria Ausiliatrice provenienti da varie regioni d’Italia, a Roma per un corso di aggiornamento sulla formazione professionale delle giovani; 120 giovani partecipanti ad un corso di esercizi spirituali e di studio promosso dal movimento “FAC”; le Piccole Sorelle dell’Assunzione.


Oggi si celebra una festa anche nella parrocchia di Castel Gandolfo. Preghiamo dunque oggi per la parrocchia di Castel Gandolfo che ci offre ospitalità, preghiamo per tutti i parrocchiani, preghiamo per i pastori; che operi in modo particolarmente profondo nelle anime di tutti il mistero dell’Assunzione di Maria. Che porti frutti di grazia e di unione con Dio. Che i defunti godano in eterno di questa unione, che i viventi si preparino ad essa: “Assumpta est Maria in caelum”.

 

© Copyright 1982 - Libreria Editrice Vaticana

 

top