The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

REGINA COELI

Domenica, 29 aprile 1984

 

1. “Questo è il giorno fatto dal Signore: / rallegriamoci ed esultiamo in esso” (Sal 118, 24).

Haec Dies, quam fecit Dominus / exultemus et laetemur in ea”.

Rallegrati soprattutto tu, Madre.

Tu che sei stata sul Calvario sotto la croce! Rallegrati oggi perché sei Madre del Risorto! Regina coeli, laetare.

Oggi desideriamo condividere con te la gioia degli apostoli riuniti nel Cenacolo, e in particolare la gioia di Tommaso che, superato un primo momento di incredulità, confessa la sua fede nel Risorto: “Mio Signore e mio Dio!” (Gv 20, 28).

Sull’esempio dell’apostolo, la Chiesa intera ripete ancora oggi questa professione di fede. E tutta la Chiesa mediante il tuo cuore immacolato, o Madre del Risorto, non cessa di ringraziare Iddio per il Giubileo dell’Anno della Redenzione, che ci è stato dato di vivere a Roma e nel mondo intero.

2. Vi invito a pregare perché proprio in questo clima spirituale di gioia pasquale il Vescovo di Roma possa compiere la visita apostolica in Estremo Oriente.

Come già saprete, dal 2 al 12 maggio prossimo, visiterò, a Dio piacendo, le comunità cristiane della Corea, che celebra il bicentenario della sua evangelizzazione, di Papua Nuova Guinea, delle Isole Salomone e della Thailandia. Si tratta di un viaggio pastorale e missionario che mi consentirà di far sentire personalmente la sollecitudine che, come Pastore della Chiesa universale, ho il dovere di portare a quelle popolazioni.

Sono Chiese giovani, particolarmente care al mio cuore, perché ricche di promesse, di speranze e di fermenti evangelici. Preghiamo il Signore affinché renda fecondo di frutti spirituali questo viaggio, accenda nei cuori l’ansia missionaria e affretti l’avvento del suo regno in quei fratelli che ancora non lo conoscono.


Ai vari gruppi italiani presenti in Piazza

Rivolgo ora un particolare saluto ai componenti i vari complessi bandistici e musicali, i quali sono qui convenuti ad iniziativa dell’Associazione nazionale delle bande italiane musicali autonome e delle Attività musicali popolari del Lazio, e sono accompagnati dai sindaci dei loro rispettivi comuni e dai familiari.

Carissimi, vi ringrazio per questa vostra testimonianza di fede e per la gioia che procurate con le vostre artistiche esecuzioni musicali.

Saluto inoltre i fedeli della parrocchia milanese di San Giorgio Martire in Liscate, i quali, guidati dal loro parroco, sono venuti a Roma per accendere una fiaccola sulla tomba di san Pietro, quale espressione del voto di edificare un nuovo oratorio parrocchiale. Benedico volentieri la fiaccola e l’iniziativa promossa sotto questo segno.

Rivolgo infine un pensiero particolarmente affettuoso ai neocresimati della parrocchia di San Giovanni Battista di Lonato, in diocesi di Verona; al Gruppo corale “Giovanni Mariotti” del Club alpino di Parma e agli alunni della scuola del “Sacro Cuore” diretta dalle religiose di Sant’Anna in Crotone.

A tutti esprimo i miei voti benedicenti, assicurandoli del mio ricordo nella preghiera.

* * *

Da oggi il Centro Televisivo Vaticano inizia a trasmettere via satellite per gli Stati Uniti a diverse stazioni televisive la preghiera mariana del Papa. Giovanni Paolo II saluta l’iniziativa con queste parole.

Beginning last week, a number of American stations have begun to transmit by television, via satellite, the prayer said here at noon in Saint Peter’s Square.

This makes it possible for large numbers of people, especially those living in the State of California, to join in honoring Mary, the Mother of Jesus.

Today I wish to send a cordial greeting to all those watching on television and united in prayer. In the love of Christ I impart my Apostolic Blessing.

A due gruppi di lingua tedesca

Herzlich grüße ich auch zwei Gruppen aus Deutschland und Osterreich, die Musik und den Gesang besonders pflegen: das Blasorchester des Burggymnasiums von Kaiserslautern und den Männergesangverein aus Mayrhofen im Zillertal. Werdet durch die Pflege eurer Kunst selbst zu frohen Menschen. Der auferstandene Herr schenke euch vor allem tiefe österliche Freude; er segne euch und eure Familien in der Heimat!

La celebrazione della festa di Santa Caterina da Siena

Alla fine, voglio ancora indirizzarmi a tutti gli italiani, perché oggi l’Italia celebra la festa di santa Caterina da Siena, la celeste patrona della vostra e della nostra patria. Che il Signore benedica tutti gli italiani sotto la protezione di santa Caterina da Siena. Sia lodato Gesù Cristo.

 

 © Copyright 1984 - Libreria Editrice Vaticana

 

top