The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
Lunedì, 8 dicembre 1986

 

1. “Alma Redemptoris Mater”! Inclita Madre del Redentore! Oggi è la tua grande festa.

Nel corso dell’Avvento, che ci prepara alla notte della nascita del Figlio dell’Uomo a Betlemme, meditiamo il tuo mistero. Questo è il mistero della Madre di Dio fatto uomo; “Prescelta prima della creazione del mondo” ad essere la Madre del Redentore, sei redenta in modo particolare per opera del tuo Figlio. Sei preservata dall’eredità del primo Adamo, sei totalmente pervasa dall’eredità di Cristo, sei piena di grazia. Benedetta sei tu, o piena di grazia . . . Benedetta tra tutte le donne.

2. “Pervia coeli Porta . . .”. Porta aperta del cielo . . .

Sei diventata la porta mediante la quale è entrato nella storia dell’uomo il regno dei cieli. Tale regno è stato portato da colui che si è fatto tuo Figlio, il Redentore del mondo. E lo ha portato con la collaborazione dell’obbedienza della nuova Eva: della tua obbedienza, Vergine di Nazaret, che all’annunciazione angelica hai risposto: “Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto” (Lc 1, 38). E così è realmente avvenuto.

3. Rendiamo grazie per la tua salvifica obbedienza, dalla quale si sviluppa il regno del Dio vivente nella storia dell’uomo. Rendiamo grazie per la tua Immacolata Concezione. Esprimiamo riconoscenza per il fatto che sei “piena di grazia”; perché insieme con te si è avvicinata la “pienezza dei tempi”. “Laddove è abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia” (Rm 5, 20). E tu sei il segno di questa sovrabbondanza. Tu sei la “Stella matutina”, che precede il sorgere del Sole di giustizia, irraggiante misericordia, verità e pace.

4. Ai piedi della Colonna dedicata alla tua Immacolata Concezione, tutta Roma, capitale dei santi apostoli, desidera gridare a te: “succurre cadenti, / surgere qui curat, populo. / Tu, quae genuisti / Tuum Sanctum Genitorem! / Alma Redemptoris Mater!” (“Soccorri il popolo fragile, / che anela a rialzarsi. / Tu che hai generato / il tuo Santo Creatore! / O inclita Madre del Redentore!”).

Ad alcuni gruppi particolari presenti in Piazza San Pietro

Desidero rivolgere un particolare saluto alle alunne della Quarta Elementare della Scuola “Maria Santissima Bambina”, che hanno fatto oggi la Prima Comunione; al Gruppo di Pellegrini del Santuario della Madonna dei Miracoli di Brescia; a quelli della Confraternita della Misericordia di Stiava (Lucca); ed a quelli provenienti alla parrocchia di Orsara Bormida di Acqui Terme e delle parrocchie di Conscio e di San Trovaso della diocesi di Treviso.

A tutti la mia Benedizione Apostolica.

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 

top