The Holy See
back up
Search
riga

 IV GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Piazza San Pietro
Domenica delle Palme, 19 marzo 1989

 

Carissimi fratelli e sorelle.

1. Al termine di questa celebrazione eucaristica siamo giunti al momento dell’Angelus. Nei precedenti appuntamenti quaresimali per la preghiera mariana ci siamo soffermati sui misteri dolorosi del rosario. Con questa domenica inizia la settimana santa, durante la quale rivivremo i vari momenti della Passione di Gesù fino alla sua drammatica e misteriosa invocazione: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?" (Mc 15,34), che precedette di poco l’ultimo suo respiro. La sua morte – ben lo sappiamo – fu presto seguita dalla Risurrezione. Così, in questa settimana, faremo anche noi con Cristo questo "passaggio" (Pasqua).

2. L’Angelus odierno segna perciò, nel nostro programma liturgico, come il punto di raccordo fra il periodo preparatorio ai misteri della Passione, morte e Risurrezione di Cristo e la loro celebrazione. Possiamo pertanto oggi gettare come uno sguardo d’insieme su tutto il cammino spirituale, che abbiamo percorso, e che ci resta da percorrere. Un cammino che riassume tutto il senso cristiano della vita: la vita che nasce dalla morte. La morte, in certo senso, appartiene al passato, mentre nel futuro ci sorride la vita. Compiamo con Cristo questa pasqua, che "è passaggio del Signore". Con lui, verso la vita, oltre la morte.

3. In secondo luogo ricordo ancora una volta l’attuale Giornata Internazionale dei Giovani che ha per tema le parole di Gesù: "Io sono la Via, la Verità e la Vita" (Gv 14,6) e si celebra in tutte le diocesi, ed a Roma in modo speciale. Mando – in questa occasione – un affettuoso saluto a tutti i giovani che oggi celebrano questa giornata. E ripeto, inoltre, che essa continuerà in agosto al santuario di Santiago di Compostela. Rivolgo perciò nuovamente ai giovani l’invito a venire numerosi a implorare l’intercessione del grande Apostolo per la rinascita e l’aumento di quello spirito cristiano, del quale il suo celebre santuario è stato ed è centro vivissimo per tutta l’Europa. Esso è, infatti, uno di quei luoghi che ricordano agli Europei il messaggio evangelico con il conseguente impegno missionario che è stato loro affidato per il bene e la pace del mondo intero.

4. I giovani e la Pasqua: non c’è forse un rapporto molto stretto tra queste due realtà? La giovane generazione non è forse un "luogo" speciale per l’evento della Pasqua? Come non vedere nella gioventù e nei suoi valori – la vita, la salute, la bellezza, la vigoria fisica, l’entusiasmo, la gioia – quasi un precorrimento del trionfo di Cristo risorto e del suo ritorno glorioso? Quale impegno, dunque, per voi giovani, a vivere soprattutto ulteriormente, la vittoria sul peccato, ottenuta dalla Pasqua, quella vittoria sul male, della quale la vostra vita interiore e il vostro stesso aspetto fisico sono un simbolo così bello!

Sia dunque la vostra giovinezza cristiana vissuta come una esperienza di crescita e di gioia nella luce della Pasqua di Cristo!


Dopo l'Angelus:

Ai numerosissimi giovani di lingua spagnola

Mi más cordial saludo a los numerosos grupos de jóvenes que, procedentes de tantos lugares de España se han dado cita en la Plaza de San Pedro en este Domingo de Ramos.

Os aliento, queridos chicos y chicas, a hallar en el misterio de Cristo que se inmola por nuestra salvación, la fuerza para ser testigos de amor en la sociedad española.

Os bendigo de corazón y espero veros en nuestro encuentro con los jóvenes en Santiago de Compostela.

Ai pellegrini francesi

Je salue cordialement les jeunes de langue française venus à Rome en ce Dimanche des Rameaux. Chers amis, je suis sûr que, au plus profond de vous-mêmes, vous désirez dire ou Seigneur, comme l’Apôtre Pierre: "A qui irions-nous, tu as les paroles de la vie éternelle". Je souhaite que votre cœur reste toujours ouvert au Christ afin qu’Il vous aide à réussir votre vie.

Ai giovani di lingua inglese

I extend a warm welcome to all the English-speaking young people who have come to Rome to celebrate with the Pope Palm Sunday and the World Day for Youth. Dear friends: May Christ," the Way, and the Truth, and the Life ", lead and guide you during these holy days and throughout your lives. May his grace strengthen you to bear witness to him wherever you go!

God bless you all.

Ai fedeli di lingua tedesca

Mit besonderer Freude grüße ich auch alle Jugendlichen aus den Ländern deutscher Sprache, die schon am Festgottesdienst der Jugend heute morgen teilgenommen haben.

Öffnet eure Herzen in froher Begeisterung für Christus, der als der Gesandte des Herrn auch in euer Leben seinen Einzug halten will. Euch allen beste Osterwünsche mit meinem besonderen Segen!

Ad un gruppo di giovani dell’arcidiocesi di Zagabria

Na ovaj IV. Svjetski dan mladih srdačno pozdravljam vas ovdje nazočne i svu mladež u « lijepoj vašoj domovini ». Poticěm vas da učinite sve kako bi Isus uistinu bio văs put, istina i život (Cfr. Io. 14, 6). Hvaljen Isus i Marija!

Ai giovani di Roma

Vi ringrazio per i vostri impegni, per la bella preparazione di ieri e per la partecipazione di oggi. Vi auguro di camminare avanti sulle strade del Signore ed anche di partecipare effettivamente ai lavori del Sinodo diocesano di Roma per preparare bene la venuta di Cristo nel Terzo Millennio, questo Terzo Millennio che già vi appartiene.

 

© Copyright 1989 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top