The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 21 gennaio 1990

 

Carissimi fratelli e sorelle.

1. Si sta svolgendo nel mondo la "Settimana di preghiere per l'unità dei cristiani". Vorrei oggi attirare la vostra attenzione su questa iniziativa particolarmente importante per la comunità cristiana, impegnata a testimoniare la sua fede in mezzo al mondo.

Il Signore Gesù ha legato all'unità dei suoi discepoli la divulgazione del Vangelo fra le genti. Alla vigilia della sua passione e morte per la redenzione degli uomini, egli ha pregato per i suoi discepoli e per tutti coloro che avrebbero creduto in lui. Rivolgendosi al Padre celeste ha chiesto esplicitamente: "Che tutti siano una cosa sola . . . affinché il mondo creda" (Gv 17, 21).

Opportunamente, quindi, si è scelto per questa "Settimana di preghiere" proprio questo tema centrale, con l'invito a tutti i cristiani - cattolici, ortodossi, anglicani e protestanti - ad unirsi alla stessa preghiera di Cristo. Nel nome di Cristo, noi, dunque, chiediamo al Padre il dono dell'unità "affinché il mondo creda", affinché l'intera umanità possa accogliere la parola di Dio e costituirsi in comunità concorde e pacifica, consacrata nella verità.

2. La comunità cristiana nel suo insieme è impegnata su questa via e veri progressi si stanno compiendo. Oggi vorrei anche presentare alla vostra preghiera una speciale intenzione. Ho inviato in questi giorni a Mosca una mia delegazione, che vi ha incontrato i rappresentanti del patriarcato ortodosso allo scopo di trovare insieme i modi per risolvere, nella fraternità, i problemi che si pongono in Ucraina occidentale. Auspico fermamente che sia evitato tutto ciò che potrebbe fare ostacolo o essere contrario all'attuale sforzo di riconciliazione e di rinnovata e approfondita fraternità.

3. Affidiamo, in questo momento, la nostra preghiera alla Vergine santissima, chiedendole di interporre la sua celeste intercessione presso il Figlio. Davanti a lei, Madre di Cristo e Madre nostra, noi ci sentiamo veri fratelli e sorelle nell'ambito del popolo messianico in cammino verso la comune patria del cielo. Affretti Maria il momento in cui tutti i credenti possano testimoniare nella comunione piena la loro fede nell'unico Signore, il Figlio di Dio, concepito nel suo seno verginale per opera dello Spirito Santo.

 

© Copyright 1990 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top