The Holy See
back up
Search
riga

VISITA PASTORALE ALL’ARCIDIOCESI DI FERRARA-COMACCHIO

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Ferrara - Domenica, 23 settembre 1990

 

Carissimi fratelli e sorelle.

1. So che la vostra devozione mariana è particolarmente viva, come attestano i numerosi santuari presenti nella vostra diocesi: oltre alla cattedrale, nella quale Maria è venerata sotto il titolo di Madonna delle Grazie, vorrei ricordare il santuario di Santa Maria in Aula Regia a Comacchio e quelli della Madonna della Corba a Massafiscaglia, della Madonna della Galvana a Berra, della Madonna della Pioppa a Ospedale di Bondeno, della Madonna del Poggetto a Sant’Egidio . . . Altrettante testimonianze di amore verso la Madre di Dio, che hanno segnato in profondità la vostra storia e le vostre tradizioni. L’unione con lei sia oggi ancor più profonda e i vostri occhi restino fissi sul suo volto perché possiate imitarla nella fedeltà alla volontà di Dio e trarre da lei forza per il vostro impegno di evangelizzazione.

2. Maria è modello di evangelizzazione, anzi è il modello assoluto di ogni evangelizzazione, in virtù del privilegio, veramente unico, di Madre di Dio, che ha concepito, portato in seno e donato al mondo il divin Redentore.

A questo modello impareggiabile devono guardare tutti coloro che nella Chiesa lavorano nel vasto campo apostolico, nella vigna di Dio, di cui parla l’odierna liturgia. La Chiesa, nel suo insieme, partecipa della stessa maternità di Maria portando Cristo al mondo. Mi riferisco ora, in particolare, all’azione evangelizzatrice della Chiesa e al suo magistero. Chi sa riconoscere il senso materno che pulsa in tale magistero di verità, non trova serie difficoltà ad accoglierlo, anche se esso è esigente e non facile da tradurre nella vita di ogni giorno. Sa, piuttosto, scorgervi, in ogni circostanza, l’amore di una Madre sapiente e premurosa, che ad altro non tende se non alla salvezza integrale dell’uomo. La Vergine Santa, come ricorda la tradizione cristiana, è il segno e l’immagine di questa spirituale maternità della Chiesa.

3. Alla sorgente della fede esemplare di Maria oggi ricorre fiduciosa, come nel passato, la comunità cristiana; invoca la sua particolare protezione e vuole apprendere da lei a comunicare la parola della Vita agli uomini del nostro tempo.

Cari fratelli, vi assista la Madonna con la sua materna intercessione nel vostro impegno a servizio dell’evangelizzazione e benedica i vostri sforzi e i vostri propositi di bene.

 

© Copyright 1990 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top