The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità di Maria Santissima Madre di Dio
Giornata Mondiale della Pace

Mercoledì, 1° gennaio 1992

 

Carissimi fratelli e sorelle!

1. Oggi, primo giorno del 1992, celebriamo, come ogni anno, la Giornata Mondiale della Pace, istituita dal mio predecessore Paolo VI, esattamente venticinque anni or sono. Dando avvio a tale iniziativa, che tanto interesse ha destato in molte parti del mondo, egli esprimeva il desiderio che "ogni anno questa celebrazione si ripetesse come augurio e come promessa, all'inizio del calendario che misura e descrive il cammino della vita umana nel tempo", affinché, "sia la pace con il suo giusto e benefico equilibrio a dominare lo svolgimento della storia" (Insegnamenti di Paolo VI, vol. V, 1967, p. 620). Il tema dell'odierna Giornata, "I credenti uniti nella costruzione della pace", mette in luce il necessario contributo che i credenti sono chiamati ad offrire alla realizzazione di una società mondiale realmente fraterna e solidale. Esso ricorda innanzitutto che la pace è dono di Dio; va implorata con incessante preghiera, sostenuta con un dialogo paziente e rispettoso, costruita con una collaborazione aperta alla verità e alla giustizia e sempre attenta alle legittime aspirazioni delle persone e dei popoli. Ringraziamo il Signore per la sua costante assistenza ed imploriamo da lui il dono della pace per ogni popolo e nazione.

2. Nel clima natalizio di questi giorni, formulo a voi, carissimi fratelli e sorelle, e agli uomini e alle donne di ogni Continente, fervidi auguri di sereno e felice Anno Nuovo, un anno illuminato dal "Vangelo della pace" (Ef 6,1 5), che il Redentore è venuto a recare sulla terra. Un anno ricco di consolazione e di gioia soprattutto per coloro che soffrono a causa della guerra, della malattia, dell'ingiustizia, della solitudine. Il mio pensiero raggiunge in questo momento, in modo speciale, i fratelli e le sorelle di Jugoslavia. La nostra compassione e la nostra solidarietà vanno a quanti sono i più colpiti da una guerra civile che sembra calpestare le più elementari norme umanitarie. Le notizie che ci pervengono, di distruzione e di massacri di persone innocenti, sono raccapriccianti. Tutta l'Europa deve sentirsi colpita ed umiliata da tanta crudeltà! In questa Giornata Mondiale di preghiera per la Pace, invito tutti i cattolici del mondo intero - e con loro i fratelli delle altre Confessioni cristiane e tutti i credenti in Dio - ad unirsi, con serio e rinnovato impegno, in una catena ininterrotta di preghiera per la pace e la riconciliazione in Jugoslavia. Che quanti soffrono - in particolare le popolazioni della Croazia - sappiano che non sono lasciati soli! Rinnovo il mio appello anche ai Responsabili politici dell'Europa e del Mondo a prendere nuove misure ed iniziative affinché al linguaggio delle armi succeda l'opera di una paziente costruzione della pace. Tutti i popoli hanno il diritto di essere rispettati nelle loro specificità e nelle loro scelte legittime! Tutti i popoli hanno il diritto di poter vivere in pace! Aggredire un popolo è sempre immorale! Affidiamo queste ardenti aspirazioni ed i nostri auguri per il Nuovo Anno a Maria. La liturgia di oggi ci invita a venerarla sotto il titolo di Madre di Dio, Madre del Verbo incarnato. A lei, Madre della Chiesa e Regina della pace, ci rivolgiamo fiduciosi. Invochiamo la sua presenza materna, il suo costante aiuto, la sua bontà colma di tenerezza e di misericordia.

Mentre ringraziamo la Provvidenza divina per il 1991 ormai concluso, affidiamo alla celeste protezione della Vergine Santissima l'Anno appena iniziato, carico di speranze.

Cammina con noi, Madre di Dio;
prega per noi, Regina della Pace!


Ai pellegrini di lingua francese  

A toutes les personnes de langue française qui m’écoutent, j’offre mes meilleurs vœux pour l’année nouvelle. Que la Vierge Marie, Mère de Dieu, vous soutienne dans cette étape de votre vie, et vous obtienne de demeurer dans la foi, l’espérance et l’amour!  

Ai fedeli di espressione spagnola

Mi más cordial saludo a todas las personas de lengua española junto con mi deseo de un año 1992 lleno de las bendiciones de Dios.

Que el Señor conceda a todos paz y bienestar: paz en las familias, paz en los corazones, paz entre todos los hombres.

¡Feliz Año Nuevo!  

Ai pellegrini di espressione inglese  

On this first day of January I commend all the English–speaking visitors to the loving intercession of the Mother of God, whose feast we are celebrating today. May God’s abundant blessings be with you and your families throughout the Year. And may his peace reign in the hearts of people everywhere.

 

© Copyright 1992 - Libreria Editrice Vaticana

 

top