The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO A ZAGABRIA

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Ippodromo di Zagabria - Domenica, 11 settembre 1994

 

Carissimi Giovani!

1. Siete qui convenuti molto numerosi per manifestare il vostro amore al Papa e alla Chiesa. Vi saluto con grande gioia. Grazie per la calorosa accoglienza e per il giovanile entusiasmo!

Guardando ai vostri volti ricordo con commozione il grande appuntamento dello scorso anno a Denver, dove ho potuto incontrare tanti vostri coetanei, provenienti da tutto il mondo. Fu un'esperienza bellissima, indimenticabile. Un afflusso così eccezionale di giovani avrebbe potuto destare preoccupazioni per l'ordine pubblico. Al contrario, tutto si svolse nel reciproco rispetto e in festosa serenità. I giovani a Denver furono un segno per il mondo. Seppero dimostrare come si può essere di diversa nazionalità e cultura e tuttavia capirsi ed amarsi, superando tutte le difficoltà.

Quell'esperienza può essere anche per voi un punto di riferimento. Qui e nei Balcani, voi giovani siete chiamati ad essere in prima linea nella costruzione della pace. Ma per questo non c'è che una strada: mettersi in ascolto di Cristo, lasciandosi permeare dalla forza della sua grazia. E’ in questo spirito che ci recheremo l'anno prossimo, a Manila per ascoltare la parola del Risorto: "Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi" (Gv 20, 21).

2. Cristo, carissimi, è la verità capace di dare orientamento alla vostra vita e speranza al vostro futuro. Egli ripete oggi a voi, alle vostre famiglie, alla vostra nazione, l'augurio pasquale: "Pace a voi" (Gv 20, 19). La pace è il grande dono del Signore. Ma per riceverlo è necessario convertire il cuore, mettendo Dio al primo posto nella propria vita.

Quando si rifiuta o si emargina Dio, ci si inchina quasi fatalmente ad idoli vani e si può giungere ad idolatrare una nazione, una razza, un partito, per poi giustificare nel loro nome l'odio, la discriminazione e la violenza. Solo Dio è fondamento sicuro del valore della vita e della inviolabile dignità di ogni uomo.

Carissimi! Cristo, vi chiama oggi a respingere queste tentazioni. Egli, anzi, vi chiede di essere testimoni e costruttori di pace. Abbracciate questa missione difficile ma esaltante. Per questo Egli vi invita a conoscerlo e ad incontrarlo, perché, dopo averne sperimentato la confortante intimità, possiate annunciare a tutti le meraviglie del suo amore.

3. Santa Maria,
Majka Bozja od Kamenitih Vrata,
venerata con il titolo di "Decus singulare Croatiae",
resta al fianco di questi tuoi figli,
che a Te si affidano.
Tu, invocata quale "Inizio di un mondo migliore",
guarda a loro con bontà.
Mediante il tuo aiuto,
sappiano generosamente rispondere
alla chiamata del Redentore.

Rendili fedeli messaggeri del Figlio tuo,
il Principe della Pace;
rinnovali nel cuore e nella vita,
confermali nella fede degli Apostoli,
perché siano testimoni gioiosi
dei tempi nuovi e veri artefici di pace.

Liberali da ogni pericolo

e da ogni male, o Vergine gloriosa e benedetta.

Amen!

 

© Copyright 1994 - Libreria Editrice Vaticana

top