The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Solennità dell'Assunzione di Maria
 Giovedì, 15 agosto 1996

 

1. “Si aprì il santuario di Dio nel cielo, ed apparve l’arca dell’Alleanza” (Ap 11, 1).

Oggi, solennità dell’Assunzione di Maria al cielo, la mia invocazione si unisce a quella dei credenti del mondo intero per rendere lode alla Madre del Signore.

A Lei ci rivolgiamo con fede, come ci suggerisce il Concilio Vaticano II, perché, “dopo aver assistito con le sue preghiere la Chiesa nascente, anche ora, esaltata in cielo sopra tutti i beati e gli angeli, nella comunione dei santi interceda presso il Figlio suo, fin tanto che tutte le famiglie dei popoli, sia quelle insignite del nome cristiano, sia quelle che ancora ignorano il loro Salvatore, in pace e concordia siano felicemente riunite in un solo popolo di Dio, a gloria della santissima e indivisibile Trinità” (Lumen gentium, 69).

2. Ti salutiamo, gloriosa Madre del Redentore, arca dell’Alleanza, nella quale si è compiuta la pienezza del mistero della Redenzione: in Te la promessa dell’Emmanuele, del Dio con noi, è divenuta realtà e Dio si è fatto nostro fratello.

Ti salutiamo, umile Ancella del Signore, che hai donato agli uomini il Figlio di Dio, e, Donna obbediente, col tuo “fiat” ci hai insegnato a fare docilmente tutto ciò che Egli ci domanda.

Ti salutiamo, Vergine Santa, che hai accompagnato e seguito il tuo divin Figlio, sofferente e crocifisso, fino alla morte, e ai piedi della Croce sei diventata “Madre nostra”, Madre della Chiesa e dell’intera umanità.

Ti salutiamo, Vergine in preghiera con gli Apostoli nel Cenacolo: con la tua intercessione ci hai ottenuto il dono dello Spirito Santo, che rinnova il cielo e la terra.

Ti salutiamo, Vergine gloriosa, nel mistero della tua Assunzione al cielo: in Te Dio Padre ha realizzato in anticipo ciò che si riserva di compiere alla fine dei tempi per tutti coloro che muoiono in comunione col suo e tuo Figlio, Gesù Cristo.

Ti salutiamo, Regina degli Angeli e dei Santi, che dal cielo intercedi per noi e ci sostieni nel pellegrinaggio terreno verso la terra promessa: mantieni viva la nostra fede, salda la nostra speranza, ardente il nostro amore verso Dio e verso i fratelli.

3. Contemplando il mistero della tua Assunzione, o Maria, noi impariamo a valutare nella giusta luce le realtà terrene. Aiutaci a non dimenticare mai che la nostra vera e definitiva dimora è il Cielo e sostienici nello sforzo di rendere sempre più fraterna e solidale la nostra convivenza quaggiù. Rendici operatori di giustizia e artefici di pace nel nome di Cristo, nostra autentica pace.

Vergine Santa, mentre ci guidi come stella luminosa verso il grande Giubileo del 2000, fa che ogni uomo e ogni donna riconosca in Gesù, frutto benedetto del tuo seno, il proprio Salvatore.

O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!

Dopo aver annunciato la pubblicazione del Messaggio per la XII Giornata Mondiale della Gioventù con le parole che pubblichiamo in prima pagina, e dopo aver rivolto particolari espressioni di saluto ai pellegrini di lingua inglese, francese, tedesca, spagnola e portoghese, ha indirizzato ai fedeli polacchi le parole che pubblichiamo in una nostra traduzione italiana:

Saluto cordialmente tutti i pellegrini giunti dalla Polonia. In particolare saluto i giovani della “Oasi” di III livello di Siedlce e tutti i pellegrini individuali. Ci uniamo spiritualmente a tutti i pellegrini riuniti a Jasna Gora e a Kalwaria Zebrzydowska, e in altri santuari mariani. Sia lodato Gesù Cristo!

Ai fedeli di espressione italiana il Santo Padre ha infine detto:

Rivolgo, infine, un cordiale saluto ai fedeli di Castel Gandolfo ed ai pellegrini di lingua italiana presenti ed estendo il mio ricordo a quanti sono uniti a noi mediante la radio e la televisione. Con particolare affetto penso a chi è costretto a restare nelle città per lavoro, come, ad esempio, gli addetti ai servizi di pubblica utilità, oppure a coloro che non possono recarsi in luoghi di villeggiatura come gli ammalati, i carcerati, molti anziani e persone sole.

Maria Santissima sia accanto ad ognuno e renda tutti più attenti e solidali nei confronti del prossimo bisognoso.

Buona festa dell’Assunzione!

 

© Copyright 1996 - Libreria Editrice Vaticana

 

top