The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 15 novembre 1998

 

1. Da alcuni giorni il mio pensiero va con più intensità alla regione medio-orientale, ed in particolare all'Iraq, che la scorsa settimana ha attratto nuovamente verso di sé l'attenzione e la preoccupazione delle nazioni di ogni parte del mondo.

Auspico di cuore che si possa giungere ad una giusta e pacifica soluzione. Auspico, soprattutto, che siano risparmiate ulteriori sofferenze e dolori ad una popolazione già duramente provata.

Invito tutti a pregare il Signore perché illumini le menti ed i cuori dei responsabili, affinché si continuino ad utilizzare gli strumenti diplomatici ed il dialogo per risolvere la grave crisi.

2. Si celebra quest'oggi in Italia la Giornata Nazionale delle Migrazioni, che ha come tema: "Le Migrazioni da Babele a Pentecoste. Unità nello Spirito".

"Babele" è il simbolo dell'orgoglio, che vuole imporre con la prepotenza il disegno prometeico di costruire un unico popolo sulla base di sola cultura, prescindendo da Dio. "Pentecoste", invece, è l'evento con cui si ritorna al progetto divino, che dà voce e legittimità al pluralismo etnico-culturale, riconoscendo alle singole persone ed ai diversi gruppi etnici il diritto di "annunciare nelle proprie lingue le grandi opere di Dio". Possa l'odierna ricorrenza aiutare i credenti ad assumere un atteggiamento sempre più cordiale ed aperto nei confronti dei migranti.

3. Sempre in questo giorno, ricorre in numerosi Paesi europei la Giornata in ricordo delle vittime degli incidenti stradali. Mentre elevo la mia preghiera al Signore in suffragio di coloro che sono morti in tali tragiche circostanze, desidero esprimere la mia spirituale vicinanza alle loro famiglie ed ai sopravvissuti che in molti casi rimangono profondamente segnati nel corpo e nello spirito. Auspico di cuore che questa Giornata contribuisca a far sì che gli automobilisti abbiano un comportamento sempre responsabile e rispettoso tanto della vita quanto delle norme della sicurezza stradale.

4. Augurando infine una buona settimana a tutti, mi piace ricordare che sabato prossimo, 21 novembre, Festa della Presentazione di Maria Santissima al Tempio, celebreremo la giornata "Pro Orantibus", dedicata al sostegno spirituale e materiale dei Monasteri di clausura, specialmente di quelli che si trovano in situazioni di disagio o difficoltà.

Nell'esprimere alle nostre Sorelle claustrali profonda gratitudine per la loro preziosa testimonianza ai valori della vita contemplativa, affidiamo il loro cammino spirituale alla intercessione della Vergine Santissima, modello sublime di raccoglimento e di preghiera per tutti i fedeli in ogni condizione di vita.


Dopo-Angelus

Saluto le comunità neocatecumenali delle Parrocchie della Santissima Trinità e Santa Lucia di Brindisi, di San Luigi Gonzaga di Ostuni e di Sant'Irene di Veglie che, nel corso del loro pellegrinaggio verso la Santa Casa di Loreto, hanno voluto sostare qui a Roma, presso la Tomba degli Apostoli. Carissimi, grazie per la vostra visita e per la vostra testimonianza di fedele adesione al Successore di Pietro.

  

© Copyright 1998 - Libreria Editrice Vaticana

top