The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 22 novembre 1998

 

1. Oggi, ultima domenica dell'Anno liturgico, celebriamo la solennità di Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'universo. Al termine del cammino di un anno, la Chiesa professa che Colui che è stato crocifisso ed è risorto è il Signore del mondo e della storia: la luce della Pasqua si proietta sul cosmo intero e lo illumina. E' la luce dell'amore e della verità, che riscatta l'universo dalla morte, causata dal peccato, e rinnova il disegno della creazione, perché tutte le cose acquistino il loro significato compiuto e siano riconciliate con Dio e fra di loro.

Mentre siamo pellegrini quaggiù, il nostro sguardo si volge verso il Cielo, nostra patria definitiva. Per giungere alla piena realizzazione del Regno divino, il Vangelo ci esorta a non seguire il "principe di questo mondo" (Gv 12,31; 16,11), che semina divisioni e scandali, ma a metterci piuttosto alla fedele ed umile sequela di Cristo. Egli ci conduce al Regno della pace e della giustizia, dove Dio sarà tutto in tutti.

2. La Chiesa è nella storia un anticipo del Regno di Dio, e lo dimostra anche con l'essere cattolica, cioè universale. Questa mattina, nella Basilica di San Pietro, si è aperta con una solenne Eucaristia l'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per l'Oceania, che ha come tema "Gesù Cristo: seguire la sua Via, proclamare la sua Verità, vivere la sua Vita". Il Sinodo segna un'ulteriore tappa del cammino della Chiesa, che rende grazie per il dono del Vangelo a tutti i popoli e va incontro al terzo millennio, impegnandosi con slancio rinnovato nel compito di annunciarlo al mondo. Do il più cordiale benvenuto a tutti i Vescovi dell'Oceania, che di lontano sono giunti a Roma per prendere parte, insieme agli altri Padri sinodali, ai lavori di quest'Assemblea. Chiedo inoltre a voi, qui presenti, ed all'intero popolo di Dio di pregare per questo importante evento ecclesiale, che ci auguriamo porti frutti di rinnovamento spirituale non solo alle comunità del continente oceanico, ma a tutti i credenti del mondo.

3. Tutti i fedeli, infatti, sono protagonisti con la loro testimonianza della missione universale al servizio del Regno di Dio. In modo speciale, i sacerdoti sono inviati a diffondere in ogni angolo della terra la Buona Novella dell'amore di Dio. Carissimi Fratelli e Sorelle, ricordando che oggi si celebra a Roma la Giornata del Seminario, vi invito ad elevare al Signore una speciale preghiera per le vocazioni sacerdotali. Gesù ha detto di pregare il Padre perché mandi operai nella sua messe: lo facciamo invocando l'intercessione di Maria Santissima, Regina degli Apostoli, affinché a Roma, in Italia e nel mondo intero maturino numerose e sante vocazioni ad immagine del Buon Pastore.

 

© Copyright 1998 - Libreria Editrice Vaticana

top