The Holy See
back up
Search
riga
GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS

Domenica, 10 gennaio 1999

 

1. In questa domenica, celebriamo la festa del Battesimo del Signore. Il brano evangelico, che la Liturgia offre alla nostra riflessione, parla di Gesù che, confuso tra la folla, scende nel fiume Giordano per essere battezzato da Giovanni. Mentre esce dall'acqua, si aprono i cieli, appare lo Spirito di Dio sotto forma di colomba ed una voce risuona dall'alto: "Questi è il Figlio mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto" (Mt 3, 17).

In questa scena è Dio stesso che, in un certo modo, si manifesta nel suo mistero trinitario: il Padre, principio e fonte della vita e della santità; il Figlio, venuto nel mondo per liberarlo dal peccato e dalla morte; lo Spirito Santo, che sostiene con la sua forza l'opera della redenzione.

2. Nel contesto di quest'ultimo anno di preparazione al Grande Giubileo, anno dedicato al Padre, l'odierna solennità acquista un valore speciale. L'icona del Battesimo di Gesù richiama al nostro spirito il volto misericordioso del Padre celeste, il quale, come dice il Vangelo, "ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna" (Gv 3, 16). Siamo così invitati a riflettere sull'amore che il Padre ha per noi, elevati nel Battesimo alla dignità di suoi figli adottivi. La consapevolezza di una così alta dignità deve risvegliare in noi l'impegno di un comportamento adeguato.

3. Questa mattina, nella suggestiva cornice della Cappella Sistina, ho conferito ad alcuni bambini il primo Sacramento dell'iniziazione cristiana. Insieme ai genitori, ai padrini e alle madrine rendiamo grazie al Signore per il dono della vita e della grazia santificante, che ha reso questi bambini figli adottivi di Dio. Preghiamo perché crescano in conoscenza e saggezza evangelica; preghiamo, inoltre, per tutti i battezzati affinché, rispondendo con rinnovata fedeltà alla chiamata del Signore, vivano sempre nel suo amore.

Affidiamo questi nostri voti alla Madonna perché, quale Madre della Grazia divina, aiuti ogni cristiano ad essere consapevole del significato e dell'importanza del proprio Battesimo e ad esservi fedele nella vita di ogni giorno.

 

© Copyright 1999 - Libreria Editrice Vaticana

 

top