The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

ANGELUS DOMINI 

Aeroporto di Chayka, 24 giugno 2001

 

Prima di concludere questa solenne celebrazione eucaristica, ci rivolgiamo con la preghiera dell'Angelus a Maria Santissima, verso la quale il popolo ucraino nutre una profonda devozione.

Maria, la prima e perfetta discepola del suo Figlio, č figura e modello della Chiesa che accoglie con fede la parola del Signore. La sua protezione ha accompagnato i passi della comunitŕ cristiana in Ucraina sin dal Battesimo della Rus' nel 988.

Bagnata dal grande fiume della fede, l'Ucraina č cosě diventata terra cristiana e, al tempo stesso, terra mariana. Lo attestano i numerosi Santuari, nei quali si esprime tutto l'amore dei fedeli verso la Madre celeste. Per i fedeli di rito latino penso, in particolare, ai Santuari di Berdichiv e di Letichiv. Tra i fedeli di rito bizantino, grande richiamo esercitano i Santuari di Zarvanytsia e di Hoshiv. Con la mente e con il cuore mi reco in tali luoghi di culto e mi prostro devotamente ai piedi della Vergine e per tutti ne invoco la materna protezione.

Alla celeste intercessione di Maria affido questa mia visita pastorale e quanti avrň modo di incontrare durante questi giorni. In modo speciale, chiedo a Lei, Madre della Chiesa, di affrettare i passi di tutti i cristiani verso la piena comunione. Che in Ucraina e ovunque nel mondo, i credenti in Cristo possano quanto prima realizzare l'invito accorato dell'unico Signore: "Ut omnes unum sint!" (Gv 17, 21). Che ciň avvenga per Mariam, Madre di tutti i credenti, Madre dell'unitŕ!


Saluti in Polacco:

Na zakończenie tej uroczystej liturgii pragnę pozdrowić mieszkańców Kijowa i pielgrzymów mówiących po polsku. Cieszę się, że przybyliście tu, aby wraz z Papieżem i z Kościołem w Kijowie dziękować Bogu za ponad tysiąc lat chrześcijaństwa na Ukrainie. Pozdrawiam was serdecznie słowami: Niech będzie pochwalony Jezus Chrystus!

Opiece Bożej (por. Mt 11, 11) polecam wszystkich mieszkańców tego Miasta i całej Ukrainy, aby skarb wiary, który przechowali przez wieki - często za cenę wyrzeczeń i ofiar, aż do przelania krwi - przekazali nienaruszony i ubogacony pokoleniom nowego tysiąclecia.

Najświętszej Maryi Pannie, Matce Kościoła, zawierzam duszpasterzy, rodziny, młodzież i dzieci, ludzi samotnych i potrzebujących. Niech Jej miłość otacza wszystkich i pozwoli czerpać obficie ze ródeł łaski Bożej.

Niech Bóg wam błogosławi!

[Al termine di questa solenne liturgia voglio salutare gli abitanti di Kyiv e i pellegrini che parlano polacco. Sono lieto che siate venuti qui per rendere grazie a Dio, insieme al Papa e con la Chiesa di Kyiv, per gli oltre mille anni del cristianesimo in Ucraina. Vi saluto cordialmente con le parole: Sia lodato Gesů Cristo!

Alla divina protezione raccomando tutti gli abitanti di questa Cittŕ e di tutta l'Ucraina, affinché trasmettano alle generazioni del nuovo millennio integro ed arricchito il tesoro della fede da essi conservato per secoli - spesso a prezzo di rinunce e di sacrifici, sino allo spargimento del sangue.

Alla Santissima Vergine Maria, Madre della Chiesa, affido i pastori, le famiglie, i giovani e i bambini, le persone sole e i bisognosi. Che il suo amore circondi ognuno e conceda di attingere con abbondanza alle fonti della grazia di Dio.

Dio vi benedica!]

Traduzione in lingua italiana del saluto in russo:

[Saluto ora con affetto i fedeli di lingua russa.

Carissimi, vi esorto ad attingere sempre dalla preghiera la forza e il coraggio per aderire fedelmente al Vangelo, diventando autentici discepoli di Cristo. Egli č la Via, la Veritŕ e la Vita per ogni uomo e per tutti i popoli.

Di cure vi benedico. Sia lodato Gesů Cristo!]

Traduzione in lingua italiana del saluto in bielorusso:

[Saluto con affetto i pellegrini di lingua bielorussa che si sono uniti alla nostra celebrazione.

Carissimi, attraverso di voi desidero far giungere il mio saluto e la mia benedizione all’intero vostro popolo. L’esempio del Precursore del Signore vi spinga ad annunciare Cristo coraggiosamente ai vostri connazionali.

Sia lodato Gesů Cristo!]

Lituano:

Nuoširdziai sveikinu lietuvius tiki nčiuosius!

Brangieji! Daznai turiu progą sutikti jusu tautiečius, kurie atvyksta aplankyu mane Romoje.

Šiandien štai ir aš atejau prie jusu garbingos Tėvynes, kuriai siunčiu nuoširdzu sveikinuną.

Širdingai laiminu jus, jusu šeimas ir visą lietuviu tautą.

Garbė Jėzui Kristui!

[Saluto cordialmente i fedeli lituani.

Carissimi! Ho spesso occasione di incontrare i vostri numerosi connazionali che vengono a visitarmi a Roma.

Oggi sono arrivato in questo luogo molto vicino alla vostra grande Patria. Invio a tutti un cordiale saluto.

Benedico di cuore voi, le vostre famiglie e tutta la Nazione lituana. Sia lodato Gesů Cristo!]

Ungherese:

Kedves magyar hívek! Nagy szeretettel köszöntelek Benneteket. Megköszönöm huségteket Szent Péter utódja iránt. Orizzétek meg a hitet, kultúrátokat, hagyományaitokat!
Apostoli áldásommal. Dicsértessék a Jézus Krisztus.

[Cari fedeli ungheresi! Con grande affetto vi saluto. Vi ringrazio per la vostra fedeltŕ al Successore di S. Pietro. Custodite la fede e il vostro patrimonio culturale!
Con la mia Benedizione Apostolica. Sia lodato Gesů Cristo!]

Rumeno:

Adresez un cordial salut credinciosilor Români.
Mult iubitilor, este mereu vie în mine amintirea vizitei în România, si mai ales a primirii călduroase ce mi-a fost rezervată. Vă multumesc câ ati venit astăzi până aici si cu afectiune vă binecuvântez împreună cu familiile voastre si Patria voastră.
Lăudat să fie Isus Cristos !

[Rivolgo un cordiale saluto ai fedeli Rumeni.
Carissimi, č sempre vivo in me il ricordo della visita in Romania, e soprattutto della calorosa accoglienza che mi fu riservata. Vi ringrazio di essere venuti oggi fin qui e con affetto vi benedico con le vostre famiglie e la vostra Patria.
Sia lodato Gesů Cristo!]

Inglese:

With affection in the Lord Jesus, I greet the pilgrims who have come from other countries.
At the beginning of the new millennium the Church needs your faith, your prayer, your fidelity. The world needs the witness of your love and service. God bless you all!

Tedesco:

Mit großer Freude grüße ich euch, liebe Schwestern und Brüder deutscher Sprache. Möge die Feier der Eucharistie euren Glauben stärken, damit eure Werke Zeichen jener Liebe sind, in der die Einheit gründet. Gerne erteile ich euch und allen euren Lieben den Apostolischen Segen.

Francese:

Je salue cordialement tous les fidčles qui ont participé ŕ cette célébration eucharistique. Puissent-ils, fortifiés par la Parole de Dieu et par la communion au Christ ressuscité, ętre des témoins de l'Évangile, et des acteurs de l'unité entre les chrétiens et de la fraternité entre tous les hommes!

 
 

© Copyright 2001 - Libreria Editrice Vaticana

 

top