The Holy See
back up
Search
riga

GIOVANNI PAOLO II

UDIENZA GENERALE

Mercoledě, 1° maggio 2002

 

1. Quest'oggi, primo maggio, si celebra la Festa del Lavoro. Essa, per noi cristiani, č posta sotto la protezione di san Giuseppe lavoratore. Quest'importante ricorrenza viene sottolineata da varie iniziative tendenti a porre in evidenza l'importanza e il valore del lavoro, attraverso il quale l'uomo, trasformando la natura e adattandola ai propri bisogni, realizza se stesso in quanto uomo.

L'invito a soggiogare la terra (cfr Gn 2, 28), posto all'inizio della storia della salvezza, riveste al riguardo un interesse determinante, e sempre attuale. Il creato č dono da Dio affidato all'umana creatura perché, coltivandolo e custodendolo con cura, essa possa provvedere alle proprie necessitŕ. Dal lavoro proviene quel "pane quotidiano", che invochiamo nella preghiera del Padre nostro.

Si potrebbe dire, in un certo senso, che mediante il lavoro l'uomo diventa piů uomo. Ecco perché la laboriositŕ č una virtů. Ma perché la laboriositŕ permetta effettivamente all'uomo di diventare piů uomo, occorre che essa sia sempre congiunta con l'ordine sociale del lavoro. Solo a queste condizioni vengono salvaguardati la dignitŕ inalienabile della persona e il valore umano e sociale dell'attivitŕ lavorativa. Affidiamo alla vigile protezione di san Giuseppe lavoratore quanti, in ogni parte del mondo, fanno parte della grande famiglia del lavoro.

2. Inizia oggi il mese dedicato alla Madonna e molto caro alla pietŕ popolare. Tante parrocchie e famiglie, sulla scia di tradizioni religiose ormai consolidate, continuano a fare di maggio un mese "mariano", moltiplicando fervorose iniziative liturgiche, catechetiche e pastorali!

Che sia dappertutto un mese di intensa preghiera con Maria! E' questo l'augurio che di cuore formulo a ciascuno di voi, carissimi Fratelli e Sorelle, raccomandandovi ancora una volta la quotidiana recita del santo Rosario. Si tratta di una preghiera semplice, apparentemente ripetitiva, ma quanto mai utile per penetrare nei misteri di Cristo e della sua e nostra Madre. E', al tempo stesso, un modo di pregare che la Chiesa sa essere gradito alla Madonna stessa. Ad esso siamo invitati a far ricorso anche nei momenti piů difficili del nostro pellegrinaggio sulla terra.

3. Iniziando il mese mariano, vi invito tutti ad unirvi a me nel pregare per i lavoratori, e specialmente per quanti si trovano in difficoltŕ occupazionali. Non possiamo, poi, non intensificare la nostra fiduciosa e incessante preghiera per la pace in Terra Santa, dove ci auguriamo tornino quanto prima a convivere nella sicurezza e nella serenitŕ i popoli israeliano e palestinese, entrambi cari al mio cuore. Ce l'ottenga l'intercessione della Vergine Santa e del suo sposo san Giuseppe, custode del Redentore.


Saluti:

I am pleased to greet the delegation from the Nagasaki Prefecture in Japan. I also greet the Norwegian students from Adger University College. I thank the Wartburg College Choir for their praise of God in song. Upon all the English-speaking pilgrims and visitors present at today’s Audience, I cordially invoke God’s blessings of grace and peace.

J’accueille avec joie les pčlerins de langue française, en particulier les jeunes du lycée les Cordeliers de Dinan et du lycée Saint-Charles de Saint-Brieuc, et des adultes du diocčse, avec leur évęque, Mgr Fruchaud. Puisse votre séjour affermir votre foi et faire de vous des témoins de l’Évangile! Avec la Bénédiction apostolique.

Einen herzlichen Gruß richte ich an die Pilger und Besucher aus den Ländern deutscher Sprache. In besonderer Weise heiße ich heute die Teilnehmer am Romseminar des Bistums Hildesheim sowie eine Gruppe des Österreichischen Militärordinariates aus Kärnten willkommen. Gerne erteile ich Euch und Euren Lieben daheim sowie allen, die mit uns über Radio Vatikan und das Fernsehen verbunden sind, den Apostolischen Segen.

Saúdo afectuosamente os peregrinos de língua portuguesa com votos cordiais de felicidades! Dirijo uma saudaçăo especial aos grupos de Portugal, das Paróquias de Săo Joăo de Deus de Lisboa e de Nossa Senhora da Graça de Évora, bem como aos visitantes de Barcelos, Fátima e Lisboa. Que Cristo, nossa Páscoa, seja para todos Senhor de misericórdia, a suscitar amor, paz e alegria. A todos, de coraçăo, dou a minha Bęnçăo, que faço extensiva aos vossos familiares e pessoas amigas.

Saludo a los peregrinos de lengua espańola; de modo particular a los jóvenes del Instituto italiano de cultura "Ausonia", de Quilmes (Argentina). Sobre vosotros y sobre todos los presentes invoco la protección amorosa de la Santísima Virgen en este mes dedicado a Ella. Muchas gracias por vuestra atención.

Saluto in lingua neerlandese:

Aan alle Nederlandse en Belgische pelgrims wens ik toe, dat uw bedevaart naar de graven van de Apostelen u in contact moge brengen met de wortels van onze christelijke beschaving, en uw geloof in Gods liefde moge verdiepen.

Van harte verleen ik u de Apostolische Zegen.

Geloofd zij Jezus Christus!

Traduzione italiana del saluto in lingua neerlandese:

Auguro a tutti i pellegrini provenienti dai Paesi Bassi e dal Belgio che il pellegrinaggio alle tombe degli Apostoli vi permetta di avere un approccio alle radici della civiltŕ cristiana, ed approfondisca la vostra fede nell’amore di Dio Padre.

Di cuore imparto la Benedizione Apostolica.

Sia lodato Gesů Cristo!

Saluto in lingua croata:

Dragi hrvatski hodočasnici, sve vas srdačno pozdravljam.

Danas počinje mjesec posvećen Majci uskrsloga Gospodina. Žarko želim da ovo vrijeme za svakoga od vas bude povoljna prigoda da, praćeni Njezinim majčinskim pogledom, još bolje upoznate Otajstvo spasenja te narav i poslanje Crkve. Neka nas Ona, koju jedna vaša pjesma naziva Kraljicom svibnja, sve prati na putu vjere, nade i ljubavi.

Vama i vašim obiteljima od srca udjeljujem apostolski blagoslov.

Hvaljen Isus i Marija!

Traduzione del saluto in lingua croata:

Cari pellegrini croati, vi saluto tutti cordialmente.

Oggi ha inizio il mese dedicato alla Madre del Signore risorto. Auspico che questo periodo sia per ciascuno di voi un'occasione propizia per conoscere ulteriormente, sotto il suo sguardo materno, il Mistero della salvezza, la natura e la missione della Chiesa. Possa Lei, chiamata da un vostro canto con il nome di Regina di maggio, accompagnarci tutti sui sentieri della fede, della speranza e della caritŕ.

Imparto di cuore la Benedizione Apostolica a voi e alle vostre famiglie.

Siano lodati Gesů e Maria!

Saluto in lingua ceca:

Zdravím poutníky z farnosti Dobříš a z okolí.

V měsíci květnu, zasvěcenému Panně Marii, vás všechny vyzývám, abyste zesílili modlitbu a úctu k Matce Boží.

Svěřte do její mateřské péče život církve ve vaší vlasti, stejně jako i život celé církve. Ze srdce vám žehnám!

Chvála Kristu!

Traduzione del saluto in lingua ceca:

Saluto i pellegrini della parrocchia di Dobříš e dei dintorni.

Nel mese di maggio, dedicato alla Vergine Maria, invito tutti voi ad intensificare la preghiera e la devozione alla Madre di Dio.

Affidate alle sue cure materne il cammino della Chiesa nella vostra Patria, come pure il cammino di tutta la Chiesa. Vi benedico di cuore!

Sia lodato Gesů Cristo!

Saluto in lingua slovacca:

S láskou vítam pútnikov z Bratislavy, Banskej, Bystrice, Varína, ako aj študentov Gymnázia svätého Tomáša Alkvinského z Košíc.

Bratia a sestry, v tomto mesiaci máji, tradične venovanom mariánskej úcte, vás chcem zverit' Panne Márii, Matke Cirkvi.

Zo srdca žehnám všetkých vás i vaše rodiny.

Pochválený bud' Ježiš Kristus!

Traduzione del saluto in lingua slovacca:

Rivolgo un cordiale benvenuto ai pellegrini provenienti da Bratislava e Banská Bystrica, da Varín, come pure agli studenti del Ginnasio di S. Tommaso d'Aquino da Košice.

Fratelli e sorelle, in questo mese di maggio, tradizionalmente dedicato alla devozione mariana, vi affido alla Madonna, Madre della Chiesa.

Benedico di cuore tutti voi e le vostre famiglie.

Sia lodato Gesů Cristo!

Saluto in lingua slovena:

Pozdravljeni birmanci iz župnije Kranj - Šmartin, romarji iz župnij Renče in Lozice ter vsi drugi romarji iz Slovenije. Naj vas majniška pobožnost, tako globoko doživeta v vaši domovini, utrdi v veri in v zvestobi do nebeške Matere.

Traduzione del saluto in lingua slovena:

Saluto i cresimati della parrocchia Kranj - Šmartin, i pellegrini dalle parrocchie Renče e Lozice, nonché gli altri pellegrini di Slovenia. Possa 1a devozione mariana di maggio, tanto sentita nella vostra patria, confermarvi nella fede e nella fedeltŕ alla Madre celeste.

Saluto in lingua polacca:

Serdecznie pozdrawiam pielgrzymów z Polski.

W dniu 1 maja, w którym czcimy św. Józefa rzemieślnika, w szczególny sposób obejmuję myślą i modlitwą ludzi pracy. Psalmista napisał: «Z pracy rąk swoich będziesz pożywał, szczęście osiągniesz i dobrze ci będzie» (Ps 128 [127], 2). Proszę Boga, aby - mimo narastających trudności i bezrobocia - to błogosławieństwo owocnej pracy stało się udziałem wszystkich Polaków. Niech godna praca będzie dla każdego źródłem dobra i szczęścia!

Św. Józefowi i Maryi Królowej Polski zawierzam naszą Ojczyznę. Niech Wam Bóg błogosławi!

Traduzione italiana del saluto in lingua polacca:

Saluto cordialmente i pellegrini dalla Polonia.

Nel giorno del 1° maggio, in cui commemoriamo S. Giuseppe lavoratore, in modo speciale accolgo con il pensiero e con la preghiera tutti i lavoratori. Il Salmista ha scritto: «Vivrai del lavoro delle tue mani, sarai felice e godrai d'ogni bene» (Sal 127 [128], 2). Chiedo a Dio, perché - malgrado le crescenti difficoltŕ e la disoccupazione - tutti i polacchi abbiano parte a questa benedizione del fruttuoso lavoro. Il lavoro degno sia per ognuno ed ognuna la fonte del bene e della felicitŕ.

A S. Giuseppe e a Maria Regina della Polonia raccomando la nostra Patria. Dio vi benedica.

*****

Rivolgo un cordiale saluto ai pellegrini di lingua italiana, in particolare ai Seminaristi della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, accompagnati dal Vescovo Monsignor Luigi Martella.

Carissimi, mentre vi assicuro la mia vicinanza spirituale, prego perché lo Spirito del Risorto vi aiuti a discernere la chiamata di Dio, e a seguire la vostra vocazione con fedeltŕ e gioia.

Desidero poi rivolgermi, come di consueto, ai giovani, ai malati e agli sposi novelli.

Cari giovani, oggi all’inizio del mese di maggio, dedicato in modo speciale alla Madre del Signore, vi invito a porvi alla scuola di Maria per imparare ad amare Dio sopra ogni cosa e ad essere sempre disponibili e pronti a compiere la sua volontŕ. La contemplazione della Madonna Addolorata aiuti voi, cari ammalati, a guardare con fede al mistero del dolore, cogliendo il valore salvifico nascosto in ogni croce. Affido voi, cari sposi novelli, alla materna protezione della Vergine Santa e di san Giuseppe, perché possiate vivere nella vostra famiglia il clima di preghiera e di amore della casa di Nazareth.

   

top