The Holy See
back up
Search
riga

MESSAGGIO DI GIOVANNI PAOLO II 
A JACQUES POOS, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
DEGLI AFFARI ESTERI DEI PAESI DELLA COMUNITÀ EUROPEA

 

Sua Eccellenza Jacques Poos
Presidente del Consiglio dei Ministri
degli Affari Esteri
delle Comunità Europee
Lussemburgo

Mentre i ministri degli Affari Esteri delle Comunità Europee sono riuniti sotto la presidenza di Vostra Eccellenza per esaminare gli angoscianti sviluppi della situazione nella regione del Golfo, desidero esprimere a tutti quanto io partecipi alle loro preoccupazioni. Ci troviamo in effetti in condizioni in cui l’ordine internazionale è instabile e che, purtroppo, non esclude affatto l’imminenza di un confronto armato dalle conseguenze imprevedibili ma senza dubbio disastrose.

Certamente la comunità internazionale non intende sottrarsi al dovere imperativo di preservare il diritto internazionale e i valori che le conferiscono forza e autorità ma, allo stesso tempo, è chiaro che il principio dell’equità impone che mezzi pacifici quali il dialogo e il negoziato prevalgano sul ricorso a devastatori e terrificanti strumenti di morte.

Con questi sentimenti, prego Vostra Eccellenza di voler rassicurare i suoi colleghi della mia fervente preghiera perché Dio li ispiri nel loro compito tanto delicato e perché conceda loro di saper tradurre concretamente la loro nobile volontà di conservare con modi degni dell’uomo, in collaborazione con tutta la comunità internazionale, il bene supremo della pace e le esigenze della giustizia.

Dal Vaticano, il 4 gennaio 1991.

IOANNES PAULUS PP. II

 

© Copyright 1991 - Libreria Editrice Vaticana

 

top