The Holy See
back up
Search
riga

LETTERA DI GIOVANNI PAOLO II
A GEORGE BUSH E A MIKHAIL GORBACIOV
PER LA CONFERENZA DI MADRID

 

All’Onorevole George Bush, Presidente degli Stati Uniti d’America

Desidero recare a lei, come Co-Presidente della Conferenza che sta per iniziare domani a Madrid, i miei ferventi auguri che la Conferenza costituirà un reale cammino verso la pace, mentre le parti coinvolte e tutto il mondo sperano ed attendono. Ho espresso questo stesso desiderio al Signor Mikhail Gorbaciov, Presidente dell’URSS, che sta condividendo con lei la responsabilità di presiedere questo incontro, ed è quello che vorrei estendere a tutti coloro che vi prendono parte.

I suoi sforzi e quelli dei suoi assistenti, in particolare il Segretario di Stato il Signor James Baker, hanno portato a questa prima importante tappa, il cui particolare significato è ciò che essa dimostra, una prontezza ad affrontare nel dialogo i gravi problemi che hanno oppresso il Medio Oriente per decenni.

Il modo di andare avanti non sarà facile, ma spero seriamente che con il suo aiuto e con l’aiuto di tutti coloro che occupano posti di responsabilità e di influenza, questa propensione a negoziare non fallirà mai, e che le parti coinvolte raggiungeranno quella reciproca fiducia necessaria se essi avranno il coraggio di ricercare la pace dopo la tragica esperienza di anni di guerra, ostilità e sofferenza.

Sono convinto che l’accordo sia possibile se è ricercato con perseveranza e se è perseguito da tutti gli interessati con costante sensibilità per i fondamentali diritti degli altri, e nella ferma convinzione che la vera pace, la pace duratura, può essere raggiunta soltanto se le richieste di giustizia sono soddisfatte. È allo stesso modo sorgente di speranza per me e per molti altri che coloro che hanno questa responsabilità rappresentano popoli uniti nel credo nell’Unico Dio, e che essi stanno ricercando la pace per quella terra che è sacra e cara a tutti i credenti, ebrei, cristiani e musulmani.

Accompagno queste mie speranze con una preghiera al Dio Misericordioso, che Egli illumini coloro che prendono parte alla Conferenza in modo tale che gli incontri che la seguiranno produrranno veramente i risultati attesi da tutte le persone di buona volontà.

Dal Vaticano, 29 ottobre 1991.

 

© Copyright 1991 - Libreria Editrice Vaticana

 

top