The Holy See
back up
Search
riga

BREVE APOSTOLICO DI GIOVANNI PAOLO II

«MISTERIUM INCARNATIONIS»

PER LA CONCESSIONE DELLE INDULGENZE NEL
VII CENTENARIO DELLA SANTA CASA DI LORETO

 

GIOVANNI PAOLO II
a perpetua memoria

Il mistero dell’Incarnazione del Verbo di Dio nel seno verginale di Maria è certamente il fondamento della singolare dignità della Madre di Cristo e del suo compito nella redenzione attuata dal suo Figlio. Parimenti, è l’intima ragione di tutto ciò che la fede cristiana professa nei suoi riguardi e della devozione peculiare della Chiesa nei confronti della stessa Madre di Dio. È proprio per questo che all’insigne Santa Casa di Loreto, nel suo settimo centenario, mossi da grande fiducia verso la Madre di Dio, accorrono i fedeli da tutto il mondo cristiano per celebrare con singolare devozione la memoria del Verbo Divino fatto uomo nel seno di Maria.

In verità, Dio, ricco di misericordia, per l’intercessione della Vergine Sua Madre, non cessa di effondere benevolmente in quell’insigne Santuario l’abbondanza dei celesti doni per la salute dell’anima e del corpo.

Noi, dunque, spinti dal desiderio di promuovere una sempre maggiore coerenza di vita cristiana e una nuova evangelizzazione, frutto di coraggiosa testimonianza nel mondo, ben volentieri accogliamo la petizione del Nostro Venerato Fratello Pasquale Macchi, Prelato dell’Alma Casa di Loreto, il quale chiede il dono della indulgenza plenaria da lucrarsi alle solite condizioni, cioè Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e una preghiera secondo le Nostre intenzioni, per quei fedeli che, pellegrinando al Santuario Lauretano, parteciperanno con devozione a un sacro rito o almeno reciteranno un Padre Nostro e il Credo. Tale concessione durerà per tutto l’anno nel quale si svolgeranno le solenni celebrazioni centenarie, cioè dal 9 Dicembre dell’anno 1994 al 10 Dicembre dell’anno 1995, e precisamente:

1) nei giorni di apertura e chiusura delle celebrazioni centenarie;

2) una sola volta, in qualsiasi giorno da scegliere liberamente da ciascun fedele;

3) tutte le volte che riuniti, per es. come famiglia con i suoi componenti - cosa vivamente desiderabile -, in gruppo o come comunità religiosa, ecc., si recheranno in quel Santuario in devoto pellegrinaggio.

Dato a Roma, presso San Pietro, sotto l’anello del Pescatore, il giorno 8 del mese di Settembre, festa della Natività della Beata Vergine Maria, nell’anno 1994, sedicesimo del Nostro Pontificato.

IOANNES PAULUS PP. II

 

© Copyright 1994 - Libreria Editrice Vaticana

 

top