The Holy See
back up
Search
riga

LETTERA DI GIOVANNI PAOLO II
AL CARDINALE MILOSLAV VLK, ARCIVESCOVO DI PRAGA

 

Al Venerato Fratello Nostro
Cardinale S. Em.za Rev.ma Miloslav Vlk
Arcivescovo di Praga
 

Il Nostro animo di pastori e, nello stesso tempo, l’amore paterno per le singole comunità ecclesiali diffuse in tutto il mondo, ci spinge con forza a voler essere presenti ad ogni evento importante che si verifichi nella diletta Chiesa, e a compiere la Nostra parte insieme con i fratelli nell’episcopato, i presbiteri e tutti i fedeli. Tuttavia i tempi, i luoghi e spesso anche le circostanze della vita, impediscono assai spesso che ogni cosa corrisponda al desiderio.

Tra breve tempo, se Dio lo concede, abbiamo intenzione di inserire la Beata Zdislava di Lemberk nel novero delle Sante, per i suoi meriti e le sue virtù, con rito solenne, nel corso Nostro pellegrinaggio Apostolico in quei luoghi, alla fine del mese di Maggio. A nessuno peraltro è ignoto che le spoglie mortali della stessa Beata sono custodite con grandissima devozione nella città di Jablonné v Podjestedì, nel territorio della diocesi di Litomerik, e che là ogni anno viene celebrata, il 28 maggio, la festa di questa Beata.

Pertanto, affinché non manchi a questa nuova Santa donna nessun pubblico onore da parte Nostra nei suoi luoghi, né le sia sottratta alcuna forma di culto presso il suo terrestre sepolcro, desideriamo che un autorevole ministro e pastore della Chiesa intervenga colà, per rappresentare autorevolmente la Nostra persona, e contribuisca il più possibile alla pubblica venerazione della novella Santa ed alla sua fedele imitazione. Perciò, Venerato Fratello Nostro, nel designarLa, con questa lettera, Nostro Inviato Speciale, stabiliamo che intervenga alle solennità che si svolgeranno in onore di Santa Zdislava nella città di Jablonné il 28 maggio prossimo, giorno del Signore.

Sarà così presente, a nome Nostro, vicino al corpo di questa Santa, e nello stesso tempo parlerà ai presenti come Nostra stessa voce, e dirà ad essi tutto ciò che Noi stessi, se intervenissimo di persona, vorremmo ricordare di Santa Zdislava agli uomini del nostro tempo.

Infine, porterà a tutti i partecipanti ai riti solenni la Nostra Benedizione Apostolica, ai quali già comandiamo di essere lieti in Cristo e, per l’intercessione di fronte a Dio di Santa Zdislava, di brillare nella fede e nelle opere del Vangelo.

Dal Vaticano, 10 maggio 1995, diciassettesimo anno del Nostro Pontificato.  

IOANNES PAULUS PP. II

 

© Copyright 1995 - Libreria Editrice Vaticana

 

top