The Holy See
back up
Search
riga

 LETTERA DI GIOVANNI PAOLO II
ALL’EM.MO CARD. ANGELO SODANO,
SEGRETARIO DI STATO

 

Al venerato Fratello
il Signor Cardinale Angelo Sodano
Segretario di Stato

L'approssimarsi del Suo compleanno, venerato Fratello, mi offre la gradita opportunità di esprimerLe le mie felicitazioni ed i miei auguri più cordiali. Mi unisco volentieri al Suoi sentimenti di gratitudine verso il Signore, che L'ha colmata di tanti suoi doni consentendoLe di svolgere, in varie mansioni, un’opera preziosa a servizio della Chiesa e, in special modo, di questa Sede Apostolica. Sono lieto altresì di manifestarLe la mia personale riconoscenza per il grande aiuto che, da anni ormai, quotidianamente mi offre quale mio strettissimo collaboratore nell'impegnativo compito di Segretario di Stato.

Nonostante che il prossimo 23 novembre si compiano per Lei i settantacinque anni di età, sono a chiederLe di continuare nell'ufficio che ricopre, mettendo così a disposizione del Papa le non comuni qualità di cui dispone.

Conoscendo l'amore alla Chiesa e lo spirito di obbedienza che sempre hanno ispirato la Sua condotta, confido di poter continuare a contare, venerato Fratello, sulla Sua illuminata collaborazione quale mio Segretario di Stato, e in questa prospettiva Le assicuro che non mancherò di chiedere al Signore per Lei nella preghiera ogni necessario aiuto e sostegno.

Invocando sulla Sua persona e sul Suo lavoro la protezione della Vergine Santissima "Porta Paradisi", della quale La so profondamente devoto, Le imparto con fraterno affetto una speciale Benedizione Apostolica, che volentieri estendo ai Suoi Collaboratori nella Segreteria di Stato ed a tutte le persone a Lei care.

Dal Vaticano, 20 novembre 2002.

IOANNES PAULUS II

top