The Holy See
back up
Search
riga

PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN POLONIA

DISCORSO DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II 
AI MEMBRI DEL CONSIGLIO 
DELL'EPISCOPATO POLACCO PER LA SCIENZA  

Czestochowa, 5 giugno 1979

 

Con grande gioia mi incontro col venerabile Consiglio per la Scienza dell’Episcopato Polacco, di cui, fino a poco tempo fa, per volontà della Conferenza dell’Episcopato medesimo, sono stato preside. Oggi saluto cordialmente il mio successore, sua Eccellenza Monsignor Mariano Rechowicz, tutti i cari Sacerdoti e Signori Professori. 

Desidero dirvi che al Consiglio dell’Episcopato per la Scienza do ora la stessa grande importanza che gli davo nel passato. Forse, attualmente, dopo la promulgazione della nuova Costituzione Apostolica Sapientia Christiana relativa agli studi universitari, vedo più chiaramente l’attualità del nostro Consiglio per la Scienza ed apprezzo con miglior cognizione di causa la sua funzione e responsabilità. 

La Chiesa – particolarmente nella nostra epoca – deve affrontare questa responsabilità. Deve prima di tutto decidere consapevolmente dei problemi della propria scienza a livello accademico. Deve ugualmente, con grande consapevolezza partecipare agli importanti processi della scienza contemporanea, collegati all’attività delle università e dei vari istituti, specialmente delle proprie università e dei propri istituti cattolici. 

Il Consiglio dell’Episcopato per la Scienza, che raggruppa i rappresentanti di tutti gli atenei cattolici di carattere accademico in Polonia, deve proprio in questo campo essere utile all’Episcopato e alla Chiesa nella nostra Patria. Non esagero se dico che, su di esso, incombe gran parte della responsabilità per l’oggi e per il domani della cultura polacca cristiana. 

E pertanto, tenendo presente tutto ciò, Eccellentissimi Vescovi e Signori Professori, raccomando la vostra futura attività a Maria, sede della Sapienza Divina, e di tutto cuore vi benedico. 

   

top