The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II 
AI RAPPRESENTANTI DELL'ASSOCIAZIONE 
DEI GIORNALISTI CATTOLICI DEL BELGIO 

28 giugno 1979 

 

Signor Presidente, Signore, Signori

La tradizione che vi porta a consegnarmi il prodotto delle “Etrennes pontificales” è tra quelle che fanno onore all’Associazione dei Giornalisti Cattolici del Belgio che la vostra delegazione rappresenta, all’Unione dei Giornali Cattolici del Belgio che si associa, e, oso dire, al popolo belga che risponde coś generosamente ai vostri inviti. 

L’iniziativa che riprendete di anno in anno con successo crescente, manifesta innanzitutto il vostro leale attaccamento alla Sede di Pietro, un attaccamento che non temete di manifestare sulla vostra stampa e che, di fatto, costituisce un esempio trascinante per i vostri compatrioti. Ne sono molto colpito. La comunione di spirito e di cuore con il Papa, la solidarietà con lui per gli immensi bisogni che si presentano alla sua carità, sono accenti apprezzabili dello spirito cattolico. 

Vi esprimo dunque i miei rallegramenti e la mia viva gratitudine. E, al di là delle vostre persone, ringrazio i numerosi donatori che, attraverso la loro risposta e la loro offerta, sono entrati in questa immensa catena di solidarietà. Li ringrazio in nome di tutti quelli che beneficeranno della loro generosità, e voi sapete fino a qual punto si faccia ricorso alla carità del Papa! 

Per quanto vi riguarda, formulo i miei voti per il compimento della vostra funzione di giornalisti. È un compito faticoso, ne ho ancor meglio preso coscienza nel corso dei miei recenti viaggi! Vi incoraggio a servire coś la verità e la fraternità, con uno spirito libero, allo stesso tempo rispettosi delle convinzioni degli altri e forti delle vostre convinzioni di uomini e di cristiani. 

Benedico di gran cuore voi, le vostre famiglie e la grande famiglia di coloro che si sono associati alla vostra campagna delle “Etrennes pontificales” e di cui siete qui interpreti. 

Sono stato anche toccato dall’evocazione delicata che avete fatto dei legami d’amicizia e solidarietà che sono stati tessuti da lunga data tra i figli del Belgio e i figli della Polonia. Dio benedica tutto il popolo belga! 

 

top