The Holy See
back up
Search
riga

PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AFRICA

PREGHIERA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
AL TERMINE DELLA MESSA DI ACCRA
IN INDEPENDENCE SQUARE

Accra (Ghana), 8 maggio 1980

 

In questo giorno di gioia nel quale ci riuniamo in tua presenza, Maria, Madre di Gesù e Madre della Chiesa, comprendiamo il ruolo che hai svolto nell’evangelizzazione di questo paese. Ci rendiamo conto di come - all’inizio - i missionari vennero con la forza del Vangelo di Cristo e ti affidarono il successo della loro opera.

Come Madre di Grazia Divina eri con i missionari in tutti i loro sforzi, ed eri con la Madre Chiesa - di cui sei modello e suprema espressione - nell’opera di portare Cristo in Africa.

E come Madre della Chiesa hai presieduto a tutte le attività di evangelizzazione e di diffusione del Vangelo nel cuore dei fedeli. Tu sostenesti la speranza dei missionari e diedi gioia ad ogni nuova comunità nata dall’opera di evangelizzazione della Chiesa.

Eri presente, con la tua intercessione e le tue preghiere, quando si sviluppò la prima grazia del battesimo, e quando coloro che avevano ricevuto la nuova vita in Cristo tuo Figlio cominciarono ad apprezzare la loro vita sacramentale e la chiamata cristiana.

E sei presente oggi quando la famiglia cristiana si riunisce per celebrare il Vangelo, per ricordare le grandi opere di Dio e per impegnarsi nell’evangelizzazione di questa terra e questa continente “perché la parola di Dio si diffonda e sia glorificata” (2 Ts 3, 1).

Ti chiediamo, Maria, di aiutarci a compiere questa missione che tuo Figlio ha dato alla sua Chiesa e che, in questa generazione, spetta a noi. Riconoscendo il tuo ruolo di Aiuto dei Cristiani, ci affidiamo a te nell’opera di diffondere il Vangelo nel cuore e nella vita di tutti. Affidiamo a te il nostro mandato missionario ed invochiamo le tue preghiere per la nostra causa.

E, come Pastore della Chiesa universale, Vicario di tuo Figlio, Io, Giovanni Paolo II, per tua intercessione, Maria, affido l’intera Chiesa del Ghana e quella di tutta l’Africa a Cristo nostro Signore. Per mezzo tuo, presento a Cristo Salvatore il destino dell’Africa, pregando affinché il suo amore e la sua giustizia tocchino i cuori di ogni uomo, donna e bambino di questo continente.

Maria, per mezzo tuo affido tutto questo a Cristo, ed affido tutto questo a te per Cristo tuo Figlio.

Faccio ciò in un momento in cui sono particolarmente unito con i miei fratelli Vescovi nella celebrazione del Vangelo come “potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede” (Rm 1, 16). Lo faccio ora che i miei fratelli mi sono così vicini nell’esercizio della nostra responsabilità comune per la Chiesa in Africa. Accetta, Maria, questa offerta nostra e di tutto il popolo di Dio, e presentala a tuo Figlio. Presentagli una Chiesa “santa e immacolata” (Ef 5, 27).

Ricordati, Madre, di tutti quelli che compongono la Chiesa in Africa. Assisti i Vescovi ed i sacerdoti affinché siano sempre fedeli alla parola di Dio. Aiuta a santificare i religiosi ed i seminaristi. Intercedi perché l’amore di tuo Figlio penetri in tutte le famiglie in modo che consoli tutti quelli che soffrono, tutti i bisognosi. Guarda con dolcezza ai catechisti e a tutti quelli che svolgono un ruolo di evangelizzatori ed educatori cattolici per la gloria di tuo Figlio. Accetta questa nostra consacrazione e confermaci nel Vangelo di tuo Figlio.

Nell’esprimerti la nostra profonda gratitudine per un secolo di attenzioni materne, siamo saldi nella convinzione che lo Spirito Santo ti protegge ancora in modo che tu possa portare Cristo in Africa in ogni generazione.

Sia lode e grazia a Gesù Cristo tuo Figlio, al Padre, nell’unità dello Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 

© Copyright 1980 -  Libreria Editrice Vaticana 

 

top