The Holy See
back up
Search
riga

PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN NIGERIA, BENIN
GABON E GUINEA EQUATORIALE

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
ALLA PARTENZA DALLA GUINEA EQUATORIALE

Bata, 18 febbraio 1982


Amatissimi fratelli e sorelle.

È giunto il momento di congedarmi da voi, dopo queste brevi e intense ore trascorse nel vostro Paese.

Vi ringrazio per la cordialità della vostra accoglienza e per le manifestazioni di affetto che continuamente mi avete prodigato, dal momento in cui ho messo piede sul suolo guineano fino a questo istante.

Anche da parte mia vi assicuro della mia profonda benevolenza, che è andata crescendo a mano a mano che vi conoscevo meglio e andavo percorrendo le vostre strade e piazze o ci univamo nella preghiera comune presso l’altare del Signore.

Siate fedeli alla fede che avete ricevuto e coltivate con diligenza i grandi valori morali che devono sempre guidare i vostri passi sul cammino del bene.

Porto con me il vivo ricordo del vostro entusiasmo cristiano e della vostra cortesia, il sorriso dei bambini, le speranze dei giovani, le esperienze gioiose e dolorose degli adulti, i propositi delle persone consacrate. Per tutti, continuerò a chiedere al Padre comune del cielo che vi conceda la pace, la serenità e che siate sempre buoni cristiani e buoni cittadini.

Nell’inviare il mio deferente ricordo al signor Presidente e alle Autorità della Nazione, lascio il mio saluto a ciascun bambino della Guinea Equatoriale, delle isole o del continente, e sopra tutti, con identico e profondo affetto, imploro le migliori benedizioni di Dio e la protezione costante di nostra Madre, Maria santissima.

         

top