The Holy See
back up
Search
riga

SALUTO DI GIOVANNI PAOLO II
AD UN GRUPPO DI PELLEGRINI SVIZZERI

Sabato, 7 maggio 1983

 

Signorine, Signore, Signori.

Siate benvenuti in questa Casa pontificia che è familiare ai vostri compatrioti, poiché sono degli svizzeri che ne assicurano la guardia con la cura, la vigilanza, la regolarità, la dignità, la cortesia che sono loro qualità naturali. Ieri avete potuto assistere al loro giuramento di fedeltà, e oggi, voi mi rendete una visita di cui vi ringrazio.

Voi provenite da diversi cantoni svizzeri ed evocate ai miei occhi quel bel Paese nel quale avevo progettato una visita pastorale che ha dovuto essere rimandata, ma che ho la ferma speranza di realizzare presto. Gli splendidi costumi che voi indossate, i bei canti alpini che voi eseguite, con le espressioni musicali e sportive che li accompagnano, manifestano la bellezza e la varietà delle vostre tradizioni, l’attaccamento legittimo alla vostra regione, al suo passato ricco di storia, di senso patriottico e di fede cristiana. Tutto questo costituisce un patrimonio umano di cui potere essere fieri: vi invito a vedere in esso un dono di Dio che vi ha permesso d’essere ciò che voi siete, di sviluppare in voi e nelle vostre famiglie il meglio di voi stessi.

Nella vostra Federazione nazionale i singoli gruppi si accolgono con amicizia nelle loro diverse forme espressive e formano così comunità, come Dio stesso desidera dall’uomo: comunità nella quale le differenze non vengono cancellate ma accolte e contribuiscono alla bellezza, alla ricchezza e alla vivacità del tutto. Così è anche nella Chiesa: tutti i diversi membri sono chiamati a costruire un solo corpo.

È questo il mio augurio per voi: irraggiate gioia, diffondete attorno a voi il senso del bello e sentimenti di amicizia! Aiutate i singoli, le famiglie, le comunità e le diverse Istituzioni del vostro Paese, a scoprire nuovamente e a sviluppare il cuore della vostra cultura: attenzione all’uomo, amore alla Patria, fede in Dio, unità con Cristo, senso ecclesiale, valori autentici e aperti a tutti!

Di tutto cuore imparto su di voi e su tutti i vostri cari la benedizione di nostro Signore.

 

© Copyright 1983 - Libreria Editrice Vaticana

 
top