The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AGLI «AMICI DELL'UNIVERSITÀ DI LOVANIO»

Martedì, 11 ottobre 1983

 

Cari signori.

Ho il piacere di ricevervi come “Amici dell’università di Lovanio”, guidati dal mio Fratello nell’Episcopato, il Cardinale Godfried Danneels. Infatti, senza avervi studiato né insegnato, come al contrario voi che siete diplomati di questa “Alma Mater”, ho sempre provato molta simpatia e stima per questa prestigiosa università. L’ho visitata numerose volte quando andavo in Belgio: ho incontrato molti professori o antichi allievi, a Roma, presso il Collegio belga, nel vostro Paese e per il mondo; ho apprezzato il loro lavoro e le loro pubblicazioni caratterizzate in generale da una grande competenza scientifica, nei diversi campi e da una profonda preoccupazione di fedeltà alla Chiesa.

Io auguro che le due università che hanno preso il posto dell’antica proseguano sempre la loro missione nel medesimo spirito. Viene così compiuto un grande servizio ecclesiale, io penso in particolare alle facoltà di scienze ecclesiastiche, perché nei cambiamenti attuali o negli sforzi di adattamento, è importante discernere l’essenziale, mostrare il radicamento del messaggio della Chiesa nella sua Tradizione vivente e far fronte alle nuove questioni con questa solida formazione teologica. L’università di Lovanio ha reso e rende anche oggi un grande servizio alla società, perché la competenza culturale e tecnica che avete acquisito nelle diverse branche del sapere, secondo una prospettiva cristiana, vi permette oggi di esercitare le vostre responsabilità con molto più profitto umano e morale per coloro che vi circondano.

È in questo senso che vanno i voti ferventi che io formulo per voi. Legati ad una università di cui avete beneficiato e di cui siete legittimamente fieri, uniti da amicizia con gli altri anziani, voi potrete continuare a portare il vostro contributo alle diverse comunità ove Dio vi ha chiamati a lavorare. Vi auguro anche un fruttuoso cammino di Anno Santo, e la partecipazione alla grande opera della riconciliazione. E vi benedico di gran cuore, insieme alle vostre famiglie e ai vostri amici.

 

© Copyright 1983 - Libreria Editrice Vaticana

 

top