The Holy See
back up
Search
riga

PAROLE DI GIOVANNI PAOLO II
ALLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO DI SAN PIETRO 
E ALLA COMMISSIONE PER L' OBOLO

Sala del Trono - Sabato, 22 dicembre 1984

 

Carissimi.

La tradizione d’incontrarmi con voi, membri del Circolo di San Pietro, si rinnova anche quest’anno ed è, ancora una volta, motivo di sincera gioia per me l’accogliervi.

Tra le molteplici e importanti opere caritative e assistenziali del vostro Circolo c’è anche questo segno particolarmente espressivo della vostra devozione al Papa, l’Obolo di san Pietro che voi oggi mi recate e che costituisce un contributo ben gradito per le opere di carità che impegnano la mia persona e il mio ministero. Io vi ringrazio sentitamente per questo vostro generoso gesto.

Come ben sapete, il vostro Circolo è nato come speciale testimonianza di devozione alla persona del successore di Pietro in un momento in cui, con la fine del potere temporale, si affidavano la persona e le opere del Papa unicamente al sostentamento dei fedeli. La vostra risposta è stata, e continua ad essere, un atteggiamento di nobile devozione al successore di Pietro, al suo magistero, alla sua missione per la Chiesa romana e per il mondo intero.

I tempi in cui il Papa svolge il suo servizio comportano sempre difficoltà, poiché il regno di Dio passa attraverso un mondo non sempre disposto ad accoglierlo; secondo l’espressione del Vangelo di Giovanni che meditiamo a Natale “La luce splende nelle tenebre, ma le tenebre non l’hanno accolta” (Gv 1, 5). Per questo, anche oggi il Papa è confortato dal segno della vostra solidarietà, dell’adesione fedele e fattiva della vostra mente e del vostro operare alla sua parola e al suo insegnamento. Auspico, pertanto, che la vostra iniziativa continui ad essere per la Chiesa e per il mondo una testimonianza viva e convincente della vostra fede.

La mia benedizione apostolica vi accompagni sempre nell’impegno che vi siete assunti, e sia auspicio di bene per ogni vostra iniziativa, per le vostre famiglie e per tutte le persone che vi sono care.

 

© Copyright 1984 -  Libreria Editrice Vaticana

 

top