The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO A SARAGOZZA,
SANTO DOMINGO E PUERTO RICO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI FAMILIARI DEI MISSIONARI SPAGNOLI
PRESENTI IN AMERICA LATINA

Basilica della Vergine del Pilar (Saragozza) - Mercoledì, 10 ottobre 1984

 

Cari padri, madri e fratelli dei missionari e delle missionarie che lavorano nell’America Latina!

È per me motivo di grande gioia avere con voi questo incontro personale proprio qui, ai piedi della santissima Vergine del Pilar.

Abbiamo pregato insieme per i vostri figli, fratelli o familiari che, seguendo la chiamata del Signore, hanno lasciato la loro terra natale e sono andati a portare il seme del Vangelo nel continente americano. Dopodomani inaugurerò nella Repubblica Dominicana gli atti preparatori del quinto centenario dell’evangelizzazione dell’America.

Come Pastore della Chiesa universale desidero ringraziare profondamente per la generosità con la quale, ininterrottamente, attraverso quasi cinque secoli, tante famiglie hanno dato alla Chiesa i propri figli e figlie affinché recassero la luce di Cristo ai popoli del Nuovo mondo.

“Come sono belli sui monti i piedi del messaggero di lieti annunzi che annuncia la pace, messaggero di bene che annunzia la salvezza” leggiamo dal profeta Isaia (Is 52, 7). I vostri figli, le vostre figlie e i vostri fratelli, cari genitori e familiari dei missionari, sono questi messaggeri di pace, di amore, di salvezza di cui parla il profeta.

Grazie, quindi, in nome della Chiesa! Grazie a quelle famiglie spagnole che nei primi quarant’anni dalla scoperta del Nuovo mondo inviarono in quelle terre quasi tremila religiosi e circa quattrocento sacerdoti! Grazie perché, in questi cinque secoli, più di duecentomila missionari spagnoli sono andati a servire la Chiesa nell’America Latina!

Continuate a sostenere con le vostre orazioni, con il vostro appoggio e affetto i servitori del Vangelo che testimoniano l’amore di Cristo mettendosi al servizio dei loro fratelli. Famiglie spagnole: siate orgogliose e fiere! E continuate a coltivare lo spirito missionario.

A voi, giovani, davanti alla Patrona dell’“Hispanidad” dico, come già dissi a Javier: “Giovani, Cristo ha bisogno di voi e vi chiama per aiutare milioni di vostri fratelli ad essere pienamente uomini e a salvarsi... Aprite il vostro cuore a Cristo, alla sua legge d’amore, senza porre condizioni alla vostra disponibilità, senza paura di risposte definitive, perché l’amore e l’amicizia non tramontano mai” (Ioannis Pauli PP. II, Allocutio ad missionarios in urbe «Javier» habita, 8, die 6 nov. 1982: Insegnamenti di Giovanni Paolo II, V/3 [1982] 1174).

La Vergine Santissima del Pilar, nelle cui mani di Madre poniamo tutte le nostre intenzioni, vi protegga, padri, padri e fratelli dei missionari e delle missionarie, e lo Spirito Santo continui a suscitare numerose vocazioni.

Con grande affetto do a voi, ai vostri figli e ai vostri familiari, così come a tutti i missionari spagnoli, una cordiale benedizione apostolica, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

 

Copyright © Libreria Editrice Vaticana 

 

top