The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN CANADA

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
ALLE RELIGIOSE DELLA CONGREGAZIONE DI NOTRE-DAME

Casa Madre della Congregazione di Notre-Dame
Martedì
, 11 settembre 1984

 

Care sorelle della Congregazione di Notre-Dame.

Prima della messa che deve riunire tutto il popolo cristiano di Montréal, il tempo non mi permette di dirvi tutti i pensieri che sorgono nel mio cuore davanti alla tomba della vostra santa fondatrice. Ho avuto l’onore di proclamarla santa il 31 ottobre 1982, e in quel giorno ho ricordato la sua spiritualità, gli aspetti ammirevoli del suo apostolato in favore dei giovani e delle famiglie e l’interesse che le sue iniziative hanno per la pastorale odierna. Noi onoriamo questa santa donna tra i fondatori di Montréal e della Chiesa del Canada.

Oggi ripeto semplicemente a voi, sue care figlie spirituali, ma anche a tutte le religiose educatrici in questo Paese e a tutti coloro che cooperano all’educazione dei giovani e alla promozione delle famiglie: guardate lo zelo, il realismo, l’audacia dell’amore di santa Margherita Bourgeoys. Considerate il prezzo che attribuiva all’anima di ciascuna bambina, figlia di colonizzatori o figlia di famiglia indiana, quasi fosse “una goccia di sangue di Gesù Cristo”. Guardate la sua abnegazione e la sua abilità d’insegnante che apre scuole popolari sul posto, vicino alle famiglie e in collaborazione con esse. Apprezzate la sua preoccupazione d’iniziare le giovani a una formazione completa, che abbraccia la fede, la preghiera, il senso apostolico, le capacità culturali e pratiche ad assumere i compiti della vita di una donna adulta. Ammirate la sua immaginazione e la sua tenacia pastorale nel preparare ragazzi e ragazze a fondare famiglie solide, nel formare spose e madri cristiane istruite, laboriose, capaci di irradiazione cristiana. Notate l’appoggio realistico che continuava a dare alle famiglie, alle donne sposate riunite in associazioni. Voi conoscete la fede, la fermezza e la tenerezza che hanno caratterizzato tutta la sua opera.

Oggi i bambini e i giovani, come quelli che incontrerò questo pomeriggio e questa sera, hanno bisogno di educatori come lei, che li aiutino a scoprire il significato della vita e a dare con generosità se stessi. E soprattutto le famiglie che si trovano in difficoltà hanno bisogno, come non mai, di uno specifico apostolato a loro favore (cf. Ioannis Pauli PP. II, Familiaris Consortio). Le donne che desiderano giustamente la propria promozione hanno motivo di ammirare questa donna coraggiosa che desiderava che le donne del suo tempo fossero degne della loro vocazione.

Preghiamo santa Margherita Bourgeoys secondo tutte queste intenzioni. E voi, care sorelle, continuate ad attingere luce e forza dal suo esempio. Benedico di gran cuore tutta la vostra congregazione.

 

Copyright © Libreria Editrice Vaticana

 

top