The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN CANADA

PREGHIERA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
PRESSO LA TOMBA DI FRATEL ANDRÉ BESSETTE

Oratorio «St. Joseph» di Montréal
Martedì
, 11 settembre 1984

 

Cari religiosi di Santa Croce.

Vi ringrazio per la vostra calorosa accoglienza. Avrei voluto intrattenermi più a lungo con voi per parlare non soltanto del beato fratello André, ma anche dell’apostolato dei padri e dei fratelli di Santa Croce, in Canada e in tutti i Paesi dove voi curate l’educazione cristiana dei bambini, dei giovani, degli studenti, e vi occupate delle altre necessità spirituali nel campo dell’azione cattolica o in quello editoriale. Per questi servizi sociali, per questa testimonianza ecclesiale, formulo voti ferventi a favore di tutta la vostra congregazione. Fin dall’inizio i vostri fondatori si erano posti sotto la protezione della Sacra Famiglia e specialmente di san Giuseppe. Ed è stato uno dei più umili fra di voi, il portinaio del collegio, André Bessette, che ha portato al grado più alto la fiducia nell’intercessione di san Giuseppe. “Pauper servus et humilis”, il fratello André viene ora elevato al rango dei beati. In questo memorabile luogo di Montréal, in questo grandioso oratorio, che è nato dalla sua ardente devozione, invece di fare un discorso, vi invito ad unirvi alla mia preghiera a san Giuseppe e al beato André.


San Giuseppe, con te, attraverso di te,
noi benediciamo il Signore.

Egli ti ha scelto fra tutti gli uomini
per essere il casto sposo di Maria,
colui che sta alla soglia del mistero della sua maternità divina,
e che, dopo di lei,
accoglie questa maternità nella fede come opera dello Spirito Santo.

Tu hai dato a Gesù una paternità legale
nella stirpe di Davide.

Tu hai costantemente vegliato sulla Madre e il Bambino
con affettuosa premura
per permettere di compiere la loro missione.

Il salvatore Gesù si è degnato di sottomettersi a te,
come ad un padre,
durante la sua infanzia e la sua adolescenza,
e ricevere da te gli insegnamenti per la vita umana,
mentre tu condividevi la sua vita
nell’adorazione del suo mistero. 

Continua a proteggere tutta la Chiesa,
la famiglia nata dalla salvezza portata da Gesù.

Proteggi in particolare il popolo canadese
che si è posto sotto il suo patronato.

Aiutalo ad avvicinarsi a sua volta al mistero di Cristo
nelle disposizioni di fede, di sottomissione e di amore
che furono le tue.

Guarda alle necessità spirituali e materiali
di tutti coloro che ricorrono alla tua intercessione.
In particolare delle famiglie
e dei poveri di ogni forma di povertà:
per mezzo tuo sono sicuri di raggiungere lo sguardo materno di Maria
e la mano di Gesù che li soccorre.

E tu, beato fratello André Bessette,
portinaio del collegio e custode di questo oratorio,
apri alla speranza
tutti coloro che continuano a sollecitare il tuo aiuto.

Insegna loro la fiducia nella virtù della preghiera,
e, con essa, il cammino della conversione e dei sacramenti.

Attraverso l’aiuto tuo e di san Giuseppe,
Dio continui a diffondere le sue grazie
sulla congregazione di Santa Croce,
su tutti coloro che frequentano questo oratorio,
sulla città di Montréal
sul popolo del Québec,
su tutto il popolo canadese,
sulla Chiesa intera.

 

© Copyright 1984 -  Libreria Editrice Vaticana

 

top