The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE
SUL CANCRO E GLI ORMONI

Sabato, 26 aprile 1986

 

Cari amici.

Saluto molto cordialmente i partecipanti al Congresso internazionale sul cancro e gli ormoni. Vi siete riuniti all’Università Cattolica del Sacro Cuore durante questi giorni con lo scopo di approfondire la vostra comprensione dell’endocrinologia e l’indole maligna. In questo modo sperate di migliorare il trattamento terapeutico che siete in grado di offrire ai vostri pazienti. Sono grato che abbiate incluso questa udienza nel programma del vostro Congresso perché mi offre l’opportunità di esprimere la mia grande stima a voi e ai vostri colleghi nella professione medica e vi assicuro i miei incoraggiamenti e il mio sostegno negli sforzi che affrontate per curare sempre più efficacemente coloro che soffrono di cancro.

La vostra presenza qui oggi parla anche della vostra testimonianza all’importante dimensione etica e religiosa nella ricerca e nella pratica medica. La professione medica esercita un grande impatto sulla qualità della vita della famiglia umana. Ogni progresso da voi compiuto mira a promuovere il benessere umano e ciò ha implicanze morali e umanitarie. È inevitabile che sorgano difficili problemi etici nel corso della vostra ricerca e della vostra pratica. Così come li affrontate, vi assicuro il desiderio della Chiesa di ascoltarvi e di imparare dalla vostra conoscenza ed esperienza medica e allo stesso tempo di condividere con voi la sua ricca eredità di insegnamento etico.

Un simile dialogo diventa sempre più importante dal momento che il progresso scientifico porta avanti un crescente numero di aree specializzate di ricerca. È possibile assicurare che questa ricerca contribuirà veramente al benessere della persona per l’intero e integrale sviluppo della società.

Il Signore della vita vi dia forza e coraggio nei vostri sforzi, benedica voi e le vostre famiglie con la sua gioia e la sua pace.

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 
top