The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI GIOVANI DELLA CROAZIA

Venerdì, 21 marzo 1986

 

Sia lodato Gesù e Maria. Cari giovani di Zagreb e Varazdin!

Benvenuti nella Città Eterna, nella casa del Padre comune. Avete desiderato celebrare la Prima giornata mondiale della gioventù insieme ai giovani di Roma radunati intorno al Vicario di Cristo. La vostra venuta mi rallegra. Desidero che vi porti molto frutto spirituale.

Come tanti vostri coetanei anche voi siete davanti alla vita e sicuramente vi domandate che cosa vi porterà il futuro. Il futuro appartiene a voi nella misura in cui saprete sottrarvi alle tentazioni del male e affermare la vostra personalità, aderendo a ciò che è vero, a ciò che è giusto, a ciò che è bene. Ma tutto questo è incarnato in Gesù Cristo. “Per me vivere è Cristo” disse san Paolo, apostolo dei popoli, la cui tomba e basilica avete visitato ieri. Di queste parole dell’apostolo tantissimi giovani attraverso i secoli, anche nel vostro popolo croato, ne hanno fatto il contenuto della loro vita. In Gesù hanno trovato l’amico, in lui hanno costruito la loro personalità, hanno fatto felice la loro vita e le vite degli altri.

E dove troverete Gesù”? In primo luogo nell’Eucaristia, che la Chiesa vi offre come cibo spirituale. Rinvigoriti della forza della santa Comunione potrete con più prontezza associarvi nell’apostolato di diffondere la verità e l’amore di Gesù che la Chiesa si aspetta da ogni battezzato. Specialmente essa invita i giovani ad essere gli apostoli dei loro coetanei. Sacrificio e rinuncia richiesti da ogni nobile e valoroso scopo, come è appunto vivere secondo il Vangelo e testimoniare per Gesù, non vi saranno difficili se nutrite la vostra anima con una sincera preghiera. Nel vostro cammino insieme con Gesù verso la realizzazione del vostro futuro vi accompagni la nostra Madre Celeste Maria.

Mi sono note le circostanze del vostro soggiorno nella Città Eterna e ringrazio tutti coloro che vi aiutano a pellegrinare ai luoghi santi della nostra fede.

A voi, a tutti i vostri, soprattutto ai giovani della vostra patria che si sono associati alla celebrazione della Prima giornata mondiale della gioventù, di cuore imparto la benedizione apostolica.

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 
top