The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
PER LA GIORNATA UNIVERSALE DELL
INFANZIA

Lunedì, 19 maggio 1986

 

Cari ragazzi, genitori ed educatori,

Oggi viene celebrata la Giornata universale dell’infanzia, la vostra festa, cari ragazzi che mi ascoltate. È per me un grande piacere salutarvi, in voi vedendo e salutando anche i bambini di tutto il mondo. Il Papa vi ama. Ma ancor più vi ama Gesù. A chi cercava di tenere i fanciulli un po’ lontani da lui, per evitargli il possibile fastidio della loro festosità, egli disse: “Lasciate che i fanciulli vengano a me!”. Andate quindi sempre a Gesù con tanta fiducia.

Sono grato ai vostri genitori ed educatori, e agli organizzatori di questa celebrazione in nome dell’Unicef, perché mi hanno offerto l’occasione di un incontro che mi dà tanta gioia. Questo gioioso incontro mi è occasione propizia per ricordare ancora una volta che per tutti è dovere importante e urgente accogliere, rispettare, amare i bambini, assicurare che la loro vita fiorisca in piena salute. Perché la vita dei bambini deve allietare tutti i Paesi del mondo: perché non si può celebrare la festa dei bambini, quando sia vicina la strage della fame, della malattia, della morte.

Mi è stato recapitato il messaggio portato dal giovane maratoneta africano, che ora è in mezzo a voi. È un messaggio importante. L’urgenza di un immediato aiuto a chi maggiormente ha bisogno, alle popolazioni e in particolare ai bambini dei Paesi d’Africa, deve essere sentita da tutti. Nessuno può ignorare i fanciulli che stanno oggi soffrendo, che stanno oggi morendo. La Chiesa è con loro ed è per loro. Ad essi il mio commosso abbraccio. E a tutti un grido d’implorazione: è una parte preziosa dell’umanità che sta soffrendo e sta morendo!

Resta valida per tutti i tempi la parola di Cristo: “Ciò che avete fatto a uno di questi piccoli lo avete fatto a me!” (Mt 25, 40). Che ogni bambino possa nascere e vivere fiorendo in tutte le sue dimensioni: quella fisica, quella morale, quella spirituale.

Bambini di Roma, bambini d’Italia, bambini di tutto il mondo: che il Signore vi benedica! Voi tutti che con tanto merito vi preoccupate del bene dei bambini: che il Signore vi benedica!

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 
top