The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AD UN GRUPPO DI SACERDOTI E SEMINARISTI
DELL
’ARCIDIOCESI DI NEW YORK

Venerdì, 23 maggio 1986

 

Cari amici.

Sono felice di incontrare questo gruppo di preti e seminaristi dell’arcidiocesi di New York. Spero che la vostra visita a Roma, specie alla tomba di san Pietro, sia l’occasione di un rinnovamento della vostra fede in Gesù Cristo nostro Signore e Salvatore. La pietra di paragone di quella fede è la vostra abilità a ripetere con sempre più grande convinzione le parole di Pietro a Cesarea di Filippo: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente” (Mt 16, 16).

Desidero anche invitarvi a vivere la vocazione nella pienezza cercando costantemente di accrescere la vostra conoscenza e amore del grande mistero della Chiesa. Non una conoscenza della Chiesa qualsiasi ma quella di Sposa di Cristo. Certamente non la semplice conoscenza basata su parziali e contingenti concetti sociologici. Ma una profonda e spirituale comprensione teologica del mistero della salvezza all’opera nelle vite della gente attraverso il ministero della Chiesa. Possa egli illuminare gli occhi della vostra mente - come san Paolo scrive agli Efesini (Ef 1, 18-19) - per farvi comprendere a quale speranza vi ha chiamati, quale tesoro di gloria racchiude la sua eredità fra i santi e qual è la straordinaria grandezza della sua potenza verso di noi credenti secondo l’efficacia della sua forza”.

Non basta un amore qualsiasi. Sicuramente non è sufficiente avere un semplice sentimento superficiale di compassione e di benevolenza. L’amore di cui si ha bisogno è il frutto dello Spirito (cf. Gal 5, 22), l’amore di Dio che è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato (cf. Rm 5, 5).

Possa la vostra visita servire a sostenervi nella vostra dedizione al popolo di Dio. Vi rammenti la natura universale della Chiesa e vi avvicini alla Sede apostolica di Pietro, il centro dell’unità e della comunione ecclesiale. Assicuro le mie preghiere per tutti voi a Maria, Madre della Chiesa. Dio vi benedica ora e sempre.

 

© Copyright 1986 - Libreria Editrice Vaticana

 
top