The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO  DI GIOVANNI PAOLO II
AI PELLEGRINI DELLA DIOCESI DI
CORPUS CHRISTI NEL TEXAS

Sala Clementina - Sabato, 20 giugno 1987

 

Cari fratelli e sorelle in Cristo,

Sono felice di dare il benvenuto a voi che venite dalla diocesi di Corpus Christi, nel Texas per celebrare qui a Roma la vostra festa patronale. Venite come pellegrini della fede desiderosi di pregare nei luoghi resi sacri dagli Apostoli e dai Santi, e chiedete di approfondire il vostro amore per Cristo e per la Chiesa. Vi saluto cordialmente nella pace del Signore.

Il nome della vostra diocesi, Corpus Christi, attira l’attenzione sul mistero dell’Eucaristia, azione centrale della vita della Chiesa e del culto. Durante il suo ministero pubblico Gesù disse ai suoi discepoli: “Io sono il pane vivo disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo” (Gv 6, 51). Questa verità salvifica rimane al centro della nostra fede cristiana. Le nostre vite sono fatte di molte attività che possono condurci più vicino al Signore ed aiutarci a costruire il Regno di Dio. Ma non c’è azione della Chiesa che possa uguagliare l’Eucaristia per il suo potere e per la sua fecondità. È il Sacramento che dà vita e nutre l’intera Chiesa, la Chiesa universale, la Chiesa in ogni diocesi, la “Chiesa domestica” che è ogni famiglia cristiana.

Cari amici del Corpus Christi, la vostra diocesi è associata a questo mistero salvifico. Sia di nome che di fatto voi siete il Corpo di Cristo. Questa è una opera meravigliosa della Divina Provvidenza. Spero che valuterete sempre il vostro onore e il vostro privilegio e che possiate sempre essere la gioiosa testimonianza della presenza di Cristo nel mondo.

A tutti voi imparto di cuore la mia benedizione apostolica.

 

© Copyright 1987 -  Libreria Editrice Vaticana 

top