The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI PARTECIPANTI ALLA CELEBRAZIONE DEL
XXV ANNIVERSARIO DI FONDAZIONE DEL
«CENTRUM INFORMATIONIS CATHOLICUM»

Sala del Trono - Giovedì, 15 ottobre 1987

 

Gentili signore e signori!

Mi rallegro di poter adempiere alla vostra richiesta di un’udienza, oggi in questo contesto. Vi saluto e mi congratulo con voi per la celebrazione del 25° anno di esistenza del “Centrum Informationis Catholicum” con sede qui a Roma: per l’anniversario quindi della redazione romana collettiva dell’agenzia di stampa in Germania, in Austria, in Svizzera e nel settore religioso dell’agenzia di stampa in Olanda.

La vostra associazione è sorta all’inizio del Concilio Vaticano II e ha compiuto non solo negli anni del suo svolgimento, ma anche in quelli successivi, un’attività fruttuosa nel settore dei media. Come centro di comunicazione di notizie, relazioni e commenti tra la Santa Sede e i suddetti paesi europei questo Ente offre un importante contributo al servizio e per l’incremento della comunicazione sociale. Proprio ad essa il Concilio ha attribuito un’eccezionale importanza anche nell’ambito della Chiesa interna e ha emanato per essa particolari direttive in un documento specifico.

Una tale comunicazione di notizie, veloce ed efficace, sotto la direzione e responsabilità cattolica, che viene attuata e garantita dal vostro centro, sarebbe da augurare per l’intera Chiesa cattolica. Ne esiste solo un’altra negli Stati Uniti. Siate dunque consci di essere un modello da imitare! Anche se la concreta impostazione della comunicazione sociale deve venir adattata all’ambito culturale dei singoli utenti, si possono comunque fare molte cose in comune, che possono far risparmiare sui costi e migliorare la prestazione.

Come la vostra lodevole iniziativa di collaborazione interregionale è derivata dal Concilio Vaticano II e segue le sue direttive, così oggi il vostro anniversario coincide con il Sinodo dei vescovi, che si occupa della vocazione e missione dei laici nella Chiesa. Sapete quali aspettative e richieste abbiano riposto i padri sinodali nella collaborazione responsabile dei laici nel settore dei media e come essi vi abbiano affidato questo settore come un’importante compito del vostro apostolato cristiano. Gli operatori cattolici dei media e anche le loro agenzie di stampa stanno in primo piano nel compito particolare della Chiesa, che soprattutto i laici devono adempiere.

A nome della Chiesa ringrazio voi e i vostri collaboratori per la vostra attività svolta fino ad oggi in questo importante settore. Vi incoraggio anche a continuare ciò instancabilmente nello spirito del Concilio nonostante tutte le difficoltà: corretti nel vostro campo di attività, nell’amore per la verità e per la Chiesa e sempre coscienti della vostra grossa responsabilità.

Con i migliori personali auguri per ognuno di voi, imparto di cuore a voi, ai vostri collaboratori, amici e sostenitori, così come alle vostre famiglie la mia particolare benedizione apostolica per uno speciale aiuto e protezione di Dio.

 

© Copyright 1987 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top