The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO NEGLI STATI UNITI D’AMERICA E IN CANADA

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AI POLACCHI DELLA PARROCCHIA «PANNA MARIA»

Giardino della residenza dell'Arcivescovo di san Antonio
Domenica, 13 settembre 1987

 

La parrocchia della Vergine Maria in Texas è famosa in Polonia, la conoscono tutti. Tutti infatti sanno che nel secolo scorso vennero qui i primi emigranti polacchi e tutti ricordano il nome di Padre Moczygeby, il quale era la guida spirituale, il parroco di quel gruppo di emigranti polacchi in Texas. Vi ringrazio molto per la visita di questa sera. Saluto la più antica parrocchia polacca degli Stati Uniti con tutti i suoi parrocchiani e tutti i polacchi che vivono nel Texas. Avrò occasione di incontrare in modo particolare la comunità polacca di Detroit, ma non potevo non incontrarmi con la più antica comunità polacca degli Stati Uniti. L’intera comunità polacca in America trova in voi la propria origine, il proprio nido costruito per la prima volta in terra americana dagli emigranti polacchi. Quando in qualunque parte del mondo incontriamo le comunità di emigranti polacchi i nostri pensieri si rivolgono verso la Patria. Anche se gli anni e le generazioni vi hanno allontanati dalla Patria, i cuori e i pensieri tornano sempre là dove sono partiti i vostri antenati. In questo momento qui, nel Texas, nella parrocchia della Vergine Maria, ci uniamo a Jasna Gora e siccome dopo le nove di sera, secondo l’abitudine degli ultimi anni, soprattutto a partire dal millennio del battesimo della Polonia, preghiamo cantando alla Madonna: “Maria, Regina della Polonia, sono accanto a te, ricordo, veglio!”. Se saprete cantare questo inno di Jasna Gora, lo canteremo insieme come segno di comunione con la terra dei nostri padri e con la Chiesa in Polonia.

 

© Copyright 1987 -  Libreria Editrice Vaticana 

 

top