The Holy See
back up
Search
riga

PAROLE DI GIOVANNI PAOLO II
AL TERMINE DEL CONCERTO OFFERTO DALLA RAI

Sabato, 3 dicembre 1988

 

Al termine di questo concerto, tanto significativo e bello, desidero esprimere il mio sentimento di viva riconoscenza alla Radiotelevisione italiana per il godimento spirituale che ha procurato a me ed a tutti i presenti con le esecuzioni musicali or ora ascoltate: lo “Stabat Mater” di Krzysztof Penderecki, l’“Ave Maria” di Johannes Brahms, la “Messa in Re minore” di Antonin Dvorak.

Ringrazio, anzitutto, il presidente della RAI, Enrico Manca e il direttore generale, Biagio Agnes, per aver disposto la realizzazione di questo singolare incontro artistico, e ringrazio il maestro direttore Gilbert Levine, i bravi solisti, i direttori dei cori, i componenti l’Orchestra Sinfonica e Coro di Roma della Radiotelevisione italiana e il Coro della Filarmonica di Cracovia. A tutti giunga l’espressione dei miei sentimenti di ammirazione, di plauso, di riconoscenza. Sono certo di interpretare, così, anche i sentimenti dei presenti e di tutti coloro che hanno seguito il concerto mediante la radio o televisione. Sono lieto che tale manifestazione si svolga nel trentesimo anniversario della proclamazione di santa Chiara patrona della televisione.

“Serdecznie dziekuje moim rodakom z dobrze mi znanej Filharmonii Krakowskiej za ich obecnosc i za ich wystep”.

Abbiamo avuto anche questa sera una riprova di come il dialogo con Dio possa diventare nell’artista preghiera e poesia, implorazione e gioia, dramma e testimonianza di fede. Lo abbiamo sentito nell’intensa invocazione del nome di Cristo e nella pacata invocazione dell’Ave Maria, nella meditata espressione di una sentita fede popolare. Tutto questo ci conferma con quanta efficacia l’arte della musica ci aiuti ad entrare nello spirito di preghiera e come sia elevata espressione di Dio.

Rinnovo, perciò, il mio plauso e la mia riconoscenza agli organizzatori, agli esecutori e, nel nome del Signore, benedico tutti i presenti.

 

© Copyright 1988 - Libreria Editrice Vaticana

 

top