The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN URUGUAY, IN BOLIVIA, A LIMA E IN PARAGUAY

SOLENNE ATTO DI AFFIDAMENTO ALLA VERGINE DEI TRENTATRÉ

PREGHIERA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II

Florida (Uruguay) - Domenica, 8 maggio 1988

 

1. Beata perché hai creduto, Madre del Redentore!

Dinanzi alla tua immagine sacra, o Vergine dei Trentatré,
tutto il popolo dell’Uruguay,
che ti riconosce come Madre e patrona,
si affida unanime alle mie labbra per esaltarti:
“Beata perché hai creduto!”,
e con ineffabile gratitudine ti proclama maestra della sua fede.

Il tuo sguardo affettuoso accompagna il cammino dell’evangelizzazione
e sostiene con amore premuroso
il pellegrinaggio di fede e di speranza
di tutto il Popolo di Dio in questa terra,
che in te ripone la sua fiducia, a te affida le sue aspirazioni,
il suo futuro di pace, di progresso, di fedeltà a Cristo.

2. “Benedetta fra le donne! Benedetto il frutto del tuo seno!”

Madre del Verbo della vita, Vergine di Nazaret,
ti affido vivamente in questo giorno
tutte le famiglie dell’Uruguay.

Che siano felici consolidando sempre di più
l’indissolubile e sacro vincolo del matrimonio;
che siano benedette perché rispettano la vita che nasce,
come dono che viene da Dio,
dallo stesso seno materno.

Fa’ che ogni famiglia sia un’autentica Chiesa domestica,
a immagine della Famiglia di Nazaret -,
in cui Dio è presente
per rendere sopportabile il giogo soave della sua legge che è sempre amore,
e dove i figli possano crescere in grazia e saggezza,
senza che manchi loro il nutrimento, l’istruzione, il lavoro.

Che l’amore di tutti gli uruguayani verso di te
si traduca in rispetto e promozione della donna,
poiché tu sei lo specchio della sua vocazione e dignità,
nella Chiesa e nella società.

3. “Vergine del "Magnificat", fedele a Dio e all’umanità!”

Ti offro e pongo sotto la tua protezione tutta la Chiesa dell’Uruguay,
i Vescovi e i sacerdoti,
soprattutto quelli appena ordinati,
i religiosi e le religiose,
i seminaristi e i novizi
e quanti si dedicano
al servizio dell’evangelizzazione
e al progresso di questo popolo:
i catechisti, i laici impegnati, i giovani.

Tu che sei l’immagine perfetta e viva della libertà,
dell’indissolubile unione fra l’amore di Dio e il servizio ai fratelli,
fra l’evangelizzazione e la promozione umana,
insegnaci a mettere in pratica
l’amore preferenziale di Dio per i poveri e gli umili.

Che tutta la Chiesa dell’Uruguay,
con il tuo potente aiuto ed esempio,
lavori senza tregua per instaurare il Vangelo delle beatitudini
garanzia di libertà, di progresso, di pace;
promuova la solidarietà con le altre nazioni sorelle,
e tutti gli uruguayani vivano in pace e armonia;
consapevoli di essere figli di Dio e fratelli in Cristo,
segnati dallo stesso Spirito,
membri della stessa Chiesa,
e tuoi figli, Madre del Redentore.

Amen.

 

© Copyright 1988 - Libreria Editrice Vaticana

 

top