The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN URUGUAY, IN BOLIVIA, A LIMA E IN PARAGUAY

CONSACRAZIONE DEL PERÙ A MARIA
«NOSTRA SIGNORA DELL’EVANGELIZZAZIONE»

PREGHIERA DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II

Cattedrale di Lima (Perù) - Sabato, 14 maggio 1988

 

Ave Maria, piena di grazia, madre di misericordia! Ti rendiamo grazie perché ci hai dato il frutto benedetto del tuo seno, Cristo Gesù, autore della nostra salvezza.

Tu, madre e protettrice di questo popolo, lo hai accompagnato attraverso la storia, maestra sua nella fede, nella speranza e nell’amore: mostraci ora Gesù, presentandoci l’esempio della sua vita e intercedendo per noi.

In quest’ora di grazia e di benedizione per il Perù, desideriamo riaffermare la nostra fede in Cristo Eucaristia, via, verità e vita, la cui parola vogliamo accogliere nel nostro cuore, così come tu l’hai accolta, di modo che, rinnovati dall’Eucaristia e dalla Parola, possiamo edificare tutti insieme l’agognata civiltà dell’amore.

“Nostra Signora dell’Evangelizzazione”! Madre della buona novella, sappiamo che il cammino è arduo; questa gloriosa terra, culla di santi, è adesso afflitta dalla violenza e dalla morte, dalla povertà e dall’ingiustizia, da una profonda crisi familiare frutto dell’oblio della legge del Signore, da ideologie che cercano di svuotare di contenuto la sua fede cristiana.

Per questo desideriamo offrirti tutto il Popolo di Dio, pellegrino in Perù e metterlo accanto al tuo cuore di madre:

- I pastori della Chiesa, perché continuino ad essere validi maestri della verità, difensori della dignità dei fratelli, edificatori dell’unità.

- I sacerdoti, affinché sempre più consapevoli del loro vincolo con l’unico mediatore, Cristo Gesù, intensifichino la loro presenza nelle comunità, quali fedeli dispensatori dei misteri di Dio.

- Le persone consacrate, affinché attraverso la fedele osservanza dei consigli evangelici, si dedichino intensamente a Dio come al loro supremo amore, siano segno luminoso della Chiesa e presenza del tuo Figlio nel mondo.

- Tutti i laici, affinché fedeli al loro battesimo e guidati dallo Spirito Santo diventino autentica testimonianza del Vangelo e lo annuncino con la loro vita.

- Le famiglie cristiane, affinché, come vere Chiese domestiche, siano autentici santuari nei quali si vive la fede, la speranza e la carità, dove fiorisce la fedeltà, l’obbedienza filiale, il mutuo amore.

- I giovani, perché siano capaci di offrire tutte le loro energie nell’edificare un nuovo Perù in cui si possa vivere senza timore lo spirito delle beatitudini del Regno.

- I poveri, gli anziani, i malati, le vittime dell’ingiustizia e della violenza, coloro che portano la croce della passione del tuo Figlio, perché trovino consolazione nella loro fede, fortezza nella loro speranza, aiuto solidale in tutti i loro fratelli.

- I responsabili del governo della nazione e coloro che reggono la società, affinché con rettitudine e generoso impegno conducano il popolo del Perù attraverso sentieri di giustizia e libertà nella pacifica convivenza.

Madre e Signora nostra, accogli amorevolmente quest’offerta dei figli tuoi e benedici quest’amata terra con i doni della riconciliazione e della pace.

O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!

 

© Copyright 1988 - Libreria Editrice Vaticana

 

top