The Holy See
back up
Search
riga

PAROLE DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE
LA MESSA PER I CAPITOLARI DEI MISSIONARI SAVERIANI

Martedì, 11 luglio 1989

 

Siamo raccolti davanti all’altare per rinnovare il sacrificio della Croce, e per celebrare la carità di Cristo, presente in mezzo a noi, che mette nelle nostre mani il memoriale della sua Passione, morte e Risurrezione. Rinnoviamo il mistero del suo Corpo “dato” e del suo Sangue “versato per voi e per tutti”.

“Per tutti”: ecco, cari padri capitolari della pia società di san Francesco Saverio per le missioni estere, la ragione del vostro essere qui uniti e del vostro essere missionari. Non c’è vera missione infatti, se non si vive in profondità il mistero eucaristico, come comunione con Cristo: vivo, vero, sacramentalmente presente, agnello immolato per la salvezza di tutti gli uomini. Cari padri saveriani, non mediteremo mai abbastanza sulla ricchezza spirituale che ci viene da questa intima comunione di fede, di volontà, di pensieri e di sentimenti con Gesù eucaristico.

Ma non c’è neppure vera missione se non si vive il mistero eucaristico anche come comunione con i fratelli, con la Chiesa intera. È Paolo di Tarso che ce lo ricorda: “Dal momento che vi è un solo pane, noi, che siamo molti, formiamo un solo corpo: poiché tutti noi partecipiamo di questo unico pane” (1 Cor 10, 17). In realtà, il mistero eucaristico fonde in unità tutti i credenti che siamo noi, ma raggiunge virtualmente anche i non cristiani, perché l’Eucaristia ha una forza irradiante che tocca in qualche modo anche coloro, ai quali non brilla ancora la luce della fede.

Questa celebrazione liturgica, nel contesto del vostro capitolo generale, ravvivi in voi queste convinzioni profonde e accenda nel vostro cuore un nuovo slancio, un nuovo fervore, nuove energie per la causa missionaria di Cristo, sull’esempio del vostro venerato fondatore, il servo di Dio Guido Maria Conforti, del quale, come sapete, sono state riconosciute le virtù eroiche. Con questa Eucaristia vogliamo raggiungere e abbracciare il vasto campo delle vostre missioni e dei vostri missionari saveriani, sparsi in quasi tutti i continenti: la carità eucaristica li spinga e li sostenga nel loro sforzo apostolico di offrire ad ogni uomo la luce del Vangelo e nel loro impegno di rinnovata vitalità religiosa.

 

© Copyright 1989 - Libreria Editrice Vaticana

 
top