The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN TANZANIA, BURUNDI, RWANDA E YAMOUSSOUKRO

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
DURANTE LA VISITA ALLA CATTEDRALE DI KIGALI
DEDICATA A SAN MICHELE

Kigali (Rwanda) - Venerdì, 7 settembre 1990

 

Cari fratelli e sorelle,

Sono molto contento di salutarvi nella vostra cattedrale, e ringrazio Monsignor Vincent Nsengiyumva, Arcivescovo di Kigali, per avermi accolto in essa.

La cattedrale è il primo luogo di raccolta per la Chiesa particolare intorno al Vescovo. È un segno e la sua presenza visibile ci ricorda che i battezzati sono invitati a formare un vasto edificio spirituale. Ogni fedele è una pietra vivente di questo edificio e il suo ruolo è insostituibile. Venendo al cuore stesso della Chiesa diocesana, ognuno può riprendere coscienza più vivamente del contributo atteso da lui affinché esso risponda sempre meglio alla sua missione.

La cattedrale è un luogo privilegiato di comunione e di riconciliazione nel Signore, grazie alla Parola di Dio che si ascolta insieme e grazie all’Eucaristia che si celebra insieme. La mia prima preghiera, mentre inizio la mia visita pastorale in questo Paese, è di chiedere al Signore che vi conservi tutti nella pace, uniti come membri di una stessa famiglia.

Vengo da Roma come pellegrino. Desidero confermarvi nella fede. Domani, avrò la gioia di ordinare dei nuovi sacerdoti che saranno al servizio del Popolo di Dio. Con loro, continuerete a costruire la Chiesa nel Rwanda, una Chiesa sempre più viva, per la gloria di Dio e il bene della vostra patria!

Esprimo il mio sincero e doveroso ringraziamento a tutta la città di Kigali, perché lungo il percorso dall’aeroporto alla cattedrale ho incontrato una folla immensa di cittadini, di cristiani, che mi hanno riservato una calorosa accoglienza. Il mio sentito e meritato grazie, è rivolto a tutta la città e a tutta la Nazione, per aver così espresso i propri sentimenti nei confronti di questa visita. Desidero estendere la benedizione che impartirò a voi qui presenti, anche a tutti coloro che ho già incontrato, a tutti gli appartenenti alla grande comunità nazionale, e soprattutto ai membri della Comunità della Chiesa Cattolica del Rwanda.

Ricevete la mia Apostolica Benedizione.

 

© Copyright 1990 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top