The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AGLI UFFICIALI E SOTTUFFICIALI
DEL 31° STORMO DELL’AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Castel Gandolfo - Domenica, 16 settembre 1990

 

Signor comandante,
signori ufficiali e sottufficiali
del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare Italiana.

1. Sono veramente lieto di accogliervi in questa tradizionale udienza al termine della mia permanenza a Castel Gandolfo, per rinnovarvi il mio cordiale saluto e per esprimervi il mio sincero apprezzamento. L’odierno incontro è anche allietato dalla presenza dei vostri cari: delle vostre mogli, dei vostri figli e figlie. È quasi una singolare riunione di famiglia. Anche a tutti loro il mio affettuoso benvenuto.

Desidero ringraziarvi per il prezioso servizio, resomi quest’anno, in occasione sia degli spostamenti da Castel Gandolfo a Roma per le udienze del mercoledì, sia delle visite pastorali alle varie comunità italiane. Se ho potuto portarmi in modo più agevole nei vari luoghi, per confermare i fratelli nella fede, per vivificare la loro adesione a Cristo e il loro amore alla Chiesa, per stimolarli a un’operosa testimonianza cristiana, lo devo anche a voi: alla vostra premura, alla vostra perizia, al vostro senso di responsabilità, che hanno reso sicuri e confortevoli gli itinerari dei miei viaggi apostolici.

2. Le onorificenze, che ora ho il piacere di conferire, vogliono essere un segno tangibile della mia gratitudine per le vostre generose prestazioni e allo stesso tempo diventano uno stimolo per continuare con rinnovato impegno la vostra missione a servizio del bene comune, nella consapevolezza che le vostre azioni quotidiane, sostenute da fede matura e da sincero amore per il prossimo, portano frutti per la salvezza eterna.

Nella vostra quotidiana attività sappiate guardare con fiducia alla Vergine Maria. Ella, maestra di fedeltà e generosità, diventi per voi il continuo punto di riferimento per realizzare con docilità di cuore il disegno di Dio su ciascuno di voi, e per essere sempre attenti ai bisogni dei fratelli. Invocatela con assiduità per ottenere dal Signore, grazie alla sua intercessione, una vita serena e feconda sia nella vostra professione, sempre più efficiente e qualificante, sia nei vostri rapporti di lavoro e di famiglia. Con l’aiuto di Dio portate a compimento i vostri buoni propositi di una sempre migliore vita umana e cristiana.

A conferma di questi voti, vi imparto di cuore la benedizione apostolica.

 

© Copyright 1990 - Libreria Editrice Vaticana 

 

top