The Holy See
back up
Search
riga

VIAGGIO APOSTOLICO IN POLONIA E UNGHERIA

VI GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ

SOLENNE ATTO DI AFFIDAMENTO
DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II
ALLA VERGINE MARIA
DEI GIOVANI DI TUTTI I PAESE DEL MONDO

Santuario di Jasna Gora
Giovedì, 15 agosto 1991

 

"Sub tuum preaesidium confugimus, Sancta Dei Genetrix . . ." ("Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio . . .")

Noi, giovani di tutto il mondo, veniamo a Te, Madre di Cristo e Madre della Chiesa. Madre della fede, della speranza, e dell’amore. Ti portiamo tutta la nostra giovinezza.

Veniamo a Te, Madre di Dio, Madre della Vita, Madre del bell’Amore.

Veniamo qui, dove da secoli gli uomini hanno fatto ricorso a Te, per ricevere la libertà; presso Te - perfino nella schiavitù - si sono sentiti liberi. Oggi questa tua casa è diventata la casa di tutti noi, dei giovani di tutto il mondo. Czestochowa, in questo momento, è la capitale della gioventù.

Veniamo a Te come alla nostra Madre e, mediante la Tua intercessione, chiediamo a Cristo la vera libertà, la vera fede, i motivi di vita e di speranza. Tu, Madre, conosci i nostri limiti, ma anche tutti i nostri sogni, i progetti per il futuro, e le nostre possibilità. Fa’ che sappiamo rendere fruttuosa la speranza che è in noi (cf. 1Pt 3,15).

"Nostras deprecationes ne despicias in necessitatibus, sed a periculis cunctis libera nos sempre Virgo gloriosa et benedicta . . ." ("Non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova e liberaci sempre da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta . . .").

Portiamo in noi grandi desideri. Vogliamo vivere per Cristo. Ci rivolgiamo a Te, la più sicura Maestra sulle vie umane . . . Aiutaci a vincere tutte le disperazioni. Aiutaci ad essere più forti di tutto ciò che sembra assediarci. La nostra vita quotidiana è diversa, come diverse sono anche le tue immagini nei nostri paesi. Aiutaci ad essere autentici.

Affidiamo a Te ciò che in noi è minacciato dal di dentro e dal di fuori: guariscici dai peccati e dalle debolezze, liberaci dalla sconfitta e dall’errore, proteggici dal disprezzo della vita e da tutto quello che minaccia la salute e la vita.

Difendici dalla solitudine che non viene da una scelta, e di cui molti non riescono a vincere. Fa’ che essa non si trasformi mai in disperazione.

Ti affidiamo coloro che devono far fronte alla disoccupazione, alla mancanza della casa, e alla paura di fronte al futuro.

Aiutaci a salvare il mondo e noi stessi dalla violenza e dalle varie forme di totalitarismo contemporaneo su cui non abbiamo immediata influenza.

Affidiamo a Te, Madre, le giovani famiglie e anche coloro che si sono consacrati all’esclusivo servizio di Dio. A Te, Madre, affidiamo la vocazione di ciascun uomo. Fa’ che la vita di ciascuno, di ciascuno di noi, porti frutti generati dal Vangelo.

Vogliamo pregare con Te, per quelli che cercano le vie del Tuo Figlio, e anche quelli che non sanno e non vogliono sapere del nostro incontro. Per quelli che non conoscono né Dio, né Cristo, né Te.

"Domina nostra, Advocata nostra, Mediatrix nostra, Consolatrix nostra. Tuo Filio nos reconcilia, Tuo Filio nos recomenda, Tuo Filio nos repraesenta" ("Nostra Signora, nostra Avvocata, nostra Mediatrice, nostra Consolatrice. Riconciliaci al Tuo Figlio, raccomandaci al Tuo Figlio, ripresentaci al Tuo Figlio").

Insegnaci il Tuo affidamento, la Tua speranza e il Tuo amore. Insegnaci ad andare incontro al Tuo Figlio. Guidaci verso di Lui. Che Lui sia la risposta a tutte le nostre domande. Insegnaci ad andare incontro agli altri uomini, forse più poveri e più soli di ciascuno di noi.

Insegnaci a servire la vita dal suo concepimento fino alla morte naturale. Insegnaci ad accogliere questa vita.

Che i nostri cuori siano aperti, che siano aperte le case e i paesi. Liberaci dalla paura, affinché non avendo paura dei poveri del Vangelo di Gesù - bambini, anziani, malati e stranieri - possiamo aprire le porte al Salvatore del mondo e dell’uomo.

Restituisci il mistero alla vita e a tutto quello che lo genera, quello che le dà senso. Restituisci il mistero all’amore e fallo mediante la purezza. Attraverso Te la purezza diventa una risposta al mistero: "Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio" (Mt 5, 8). Tu sai che la più grande corruzione dell’uomo è l’impurità, da essa nascono odio, omicidi e guerre.

Desideriamo assumerci la responsabilità per il nostro futuro, per il futuro della Chiesa e del mondo alla soglia del terzo millennio, per essere in grado di trasmettere ai nostri figli la fede in Dio e il senso della vita. Insegnaci ad essere presenti nella Chiesa e nella vita sociale.

Insegnaci ad assumerci la responsabilità per i destini del mondo e delle nostre patrie qui sulla terra.

Madre della sapienza, insegnaci a creare una cultura ed una civiltà che, basandosi sulle leggi di Dio, sappiano servire l’uomo. Insegnaci lo spirito di riconciliazione e di perdono. Fa’ che non fuggiamo davanti ai nuovi compiti. Tutta la realtà contemporanea aspetta la piena evangelizzazione. Desideriamo essere, ciascuno a suo modo, missionari di quest’opera insieme con Cristo, santificatore e trasformatore di questo mondo.

Guidaci al Tuo Figlio, con Lui riconciliaci, a Lui raccomandaci, a Lui restituiscici.

Amen.

 

© Copyright 1991 - Libreria Editrice Vaticana 

    

top