The Holy See
back up
Search
riga

DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II
AL TERMINE DELLA PROCESSIONE IN VATICANO
PER LA CONCLUSIONE DEL MESE MARIANO

Domenica, 31 maggio 1992

 

Ci incontriamo con gioia in questo nostro Santuario mariano della Grotta di Lourdes in Vaticano, vicino alla Basilica di San Pietro e alla Sede dei suoi Successori.

Ci incontriamo nell’ultima giornata di questo mese che dappertutto è dedicato alla Madre di Dio, Madre di Cristo e Madre nostra.

C’è un legame tra quello che il mese di maggio significa nell’ordine della natura e il mistero di Maria. Questo mese, almeno nella nostra zona geografica, significa l’inizio della nuova vita dopo il periodo invernale, l’inizio della nuova vita nella natura. E Maria significa l’inizio della nuova vita nell’ordine soprannaturale della grazia.

È la piena di grazia, Madre di Cristo, Madre del Redentore.

Cantando durante il mese di maggio le nostre litanie, o in altro modo dando espressione della nostra devozione alla Madonna, noi tocchiamo la profondità del mistero divino, mistero che in Lei ha il suo centro, il suo nuovo inizio.

Lo facciamo guidati dall’amore, guidati dalla gratitudine, guidati dall’ammirazione per questa Madre di Cristo, per questa Madre Vergine, per questa “Tota Pulchra”, per questa Immacolata. Lo facciamo anche con un desiderio di avvicinare la nostra vita umana a questo mistero divino a cui Maria ha dato inizio, o meglio, a cui Dio ha dato inizio in lei.

Vorrei ringraziare tutti voi che oggi avete partecipato alla processione e poi alla celebrazione mariana in questa Grotta che, come ho detto, è il nostro Santuario mariano della Città del Vaticano.

Vorrei augurare a tutti e a ciascuno di voi, carissimi fratelli e sorelle, carissimi Signori Cardinali, Arcivescovi, Vescovi, sacerdoti, religiosi e religiose, a tutti i presenti, che questo nuovo inizio della vita divina sia alla fine di questo mese di maggio più consolidato nei nostri cuori, nella nostra vita personale, familiare, in ogni ambiente. Specialmente nella vita di questa famiglia che qui in Vaticano serve la Chiesa universale, la missione universale, il ministero petrino del Papa.

Mi raccomando come sempre alle vostre preghiere.

Sia lodato Gesù Cristo!

 

© Copyright 1992 - Libreria Editrice Vaticana

 

top